Campeggiatori e pescatori abusivi: raffica di multe

la maxitenda

Le guardie del Parco sequestrano un'imbarcazione con motore di potenza otto volte superiore al limite consentito. Verbale anche per una maxi-tenda sulle sponde del lago e per pesca notturna pericolosa per la navigazione

MANTOVA. Una barca sequestrata, cinque pescatori multati e multa anche per campeggio abusivo sulle sponde del lago. E' il risultato degli ultimi controlli del servizio di vigilanza del Parco del Mincio. Al Parco era arrivata una segnalazione di barche con motore superiore ai 3 cavalli fiscali in navigazione nella riserva naturale delle Valli del Mincio e di tecniche di pesca irregolari, così il servizio di vigilanza ha organizzato turni di uscita mirando proprio alla ricerca di quanto segnalato con ulteriori ispezioni notturne in barca nel week end. Il risultato è stato il sequestro di una imbarcazione con motore di potenza otto volte superiore al consentito: un super motore da 25 cavalli, anziché i 3 ammessi. Al posto della sola sanzione amministrativa è scattato, anche il sequestro: il proprietario infatti era sprovvisto sia di libretto che di assicurazione. Le Guardie hanno perciò allertato il Nucleo navale della Guardia di Finanzia che ha provveduto a sequestrare il natante che ora affidato all’ente Parco. E nella rete delle Guardie ecologiche volontarir sono finiti anche cinque pescatori per inosservanza delle norme di pesca: sono multati per pesca notturna (che non è ammessa), pesca con break line (fili tesi, pericolosi per la navigazione), numero di canne superiore alle tre consentite. Nelle prime ore di domenica mattina, infine, un altro verbale: sulle sponde dei giardini Belfiore era spuntata una maxitenda. Anche in questo caso è scattato un verbale perché nei parchi regionali non è ammesso il libero campeggio.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mister Corrent dopo l'amichevole con il Sudtirol

La guida allo shopping del Gruppo Gedi