L'ex pastificio Zanellini liberato dall'amianto

Un intero quartiere liberato dall'incubo amianto, con un'operazione di bonifica e pulizia davvero imponente. Questo è quanto è stato fatto nell'area dell'ex Pastificio Novellini a Borgo Angeli, con un lavoro di messa in sicurezza e smaltimento di rifiuti fortemente inquinanti portata a termine nei giorni scorsi IL VIDEO

MANTOVA. Un intero quartiere liberato dall'incubo amianto, con un'operazione di bonifica e pulizia davvero imponente. Questo è quanto è stato fatto presso l'area dell'ex Pastificio Novellini, in via Pilla a Borgo Angeli, con un lavoro di messa in sicurezza e smaltimento di rifiuti fortemente inquinanti portata a termine proprio nei giorni scorsi. E ieri le porte dell'ex area industriale si sono spalancate per autorità e stampa, che hanno potuto così verificare di persona quanto fatto dalla Em Lattonerie, ditta di Buscoldo che si è occupata dell'operazione.

Operazione che porta con sé numeri imponenti: 200 quintali di rifiuti smaltiti, corrispondenti a 4 container portati poi alla Geo di Reggio Emilia, dove verranno smaltiti. Al loro interno principalmente eternit, ma anche 3 metri cubi di onduline in elastometro, lana di vetro, 400 metri quadrati di polistirolo contaminato e rifiuti vari di diversa entità. Sono state ripulite le aree esterne e la tettoia del complesso principale, sostituita poi da nuove lamiere di copertura. I lavori, diretti dal geometra Dario Steccanella, si sono protratti per poco più di una settimana: “Un'altra missione portata a termine -ha spiegato il sindaco Nicola Sodano, intervenuto assieme agli assessori all'ambiente Vanna Segala e ai lavori pubblici Marco Cavarocchi- , dopo una forte richiesta da parte degli abitanti del quartiere. Il Comune si è sobbarcato una spesa che sarebbe toccata a un privato, ma lo ha fatto risparmiando notevolmente rispetto a quanto stimato”.

Rifiuti e amianto nell'ex pastificio Zanellini

La guida allo shopping del Gruppo Gedi