Lavori per il G8 Risarcimento anche a Marcegaglia

Si chiude con la condanna della Protezione civile nazionale e il pagamento a Mita Resort di oltre 39 milioni di euro come risarcimento danni, il lodo arbitrale sul mancato completamento delle opere...

Si chiude con la condanna della Protezione civile nazionale e il pagamento a Mita Resort di oltre 39 milioni di euro come risarcimento danni, il lodo arbitrale sul mancato completamento delle opere dell'ex Arsenale della Maddalena in occasione del G8 poi spostato a L'Aquila. Nè dà notizia la Regione Sardegna sottolineando che esce indenne dal procedimento. Fra gli azionisti di Mita c’era anche il gruppo Marcegaglia. Il collegio arbitrale, presieduto da Franco Gaetano Scoca, ha dichiarato risolta per inadempimento della Protezione civile la convenzione stipulata con Mita che ora deve lasciare liberi gli immobili. Respinta la richiesta avanzata dalla stessa Protezione civile nazionale di coinvolgere la Regione Sardegna «in quanto - spiega il collegio - non subentrata nella gestione della convenzione». La Protezione civile è stata dunque condannata anche al pagamento delle spese di difesa sostenute dalla Regione per 40mila euro. «Questo è un importante passo in avanti verso l'uscita da una situazione di stallo e a favore del rilancio dell'arcipelago della Maddalena», ha commentato il governatore Francesco Pigliaru.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Per gli orsi marsicani è iniziata la stagione degli amori: il corteggiamento ripreso nel Parco Nazionale d'Abruzzo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi