In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Antimafia, la ditta Tipaldi fuori dalla white list

La Prefettura di Mantova ha tolto l'impresa dell'ex assessore viadanese dall'elenco di imprese "pulite" per la ricostruzione post-sisma

1 minuto di lettura

VIADANA La Tipaldi costruzioni di Viadana è stata cancellata dalla white list. La prefettura non ha accolto la nuova richiesta della ditta: la “dichiarazione di persistenza d’interesse” come si dice in gergo tecnico. L’azienda dell'ex assessore viadanese ex Pd non può più lavorare in interventi per la ricostruzione post-sisma.

L’ipotesi che le porte dei cantieri mantovani per Tipaldi si sarebbero sbarrate era nell’aria da mesi: dopo la rivelazione della Gazzetta della relazione del Girer in mano alla prefettura in cui l’ex assessore allora iscritto al Pd veniva citato in un'intercettazione del 2006. In quell’intercettazione Nicola Lentini, esponente di spicco di una 'ndrina, dice al telefono con un compagno di merende «Ormai Viadana è il nostro» e riferisce di essere a cena con un certo Carmine Pizzimenti che, secondo la Dda, sarebbe proprio Tipaldi.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) L’assessore Tipaldi ora si difende: «Era la frase di un ragazzino»]]

 Il procuratore Condorelli aveva annunciato tempi brevi per la conclusione dei nuovi accertamenti, affidati alla Squadra mobile e poi consegnati alla commissione nazionale antimafia, alla Dda di Brescia e ovviamente alla prefettura. La ditta ora è stata esclusa dalla white list, ma i dubbi restano: il documento del Girer era in mano alla prefettura dal 21 marzo del 2013, ben 8 mesi prima dell’ammissione della Tipaldi costruzioni nella white list, ma non era stato ritenuto sufficiente per escluderla.

Gli investigatori hanno scoperto qualcosa di nuovo?

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) I mafiosi al telefono: «Viadana è nostra»]]

I commenti dei lettori