Mattia Palazzi sarà il candidato sindaco del centrosinistra con il 55,33% dei voti

Una domenica con le primarie del Pd e di Sel a Mantova. Gli elettori del centrosinistra hanno scelto Mattia Palazzi come candidato sindaco con il 55,33% dei voti. Buona l'affluenza: 2.888 votanti. Prime polemiche per il voto pro-Palazzi di Benedini, ex alleato della giunta Sodano, di centrodestra

MANTOVA. Mattia Palazzi vince alla grande le primarie di Pd e Sel con 1.587 voti pari al 55,33% del totale. Se si volesse prendere a prestito un’immagine sportiva si direbbe che, a forza di spingere sui pedali, il presidente provinciale dell’Arci è riuscito a doppiare il secondo classificato, Nicola Martinelli, che ha rastrellato 629 suffragi (il 21,93%).

Staccatissimi tutti gli altri, come in una corsa ciclistica che dopo i primi chilometri non ha più avuto storia tanta era la differenza atletica e tecnica tra i concorrenti. Palazzi ha rispettato il pronostico del primo posto, mentre non era scontato che la distanza che lo avrebbe separato dai suoi avversari fosse così abissale.

«È una vittoria che va oltre ogni mia previsione» è stato il suo commento a caldo in federazione quando ancora il risultato delle urne non era definitivo. Stringe mani, riceve abbracci e telefonate di congratulazioni, tra le quali, molto gradita, quella del deputato Pd Matteo Colaninno: «Se è vero che ho preso più di 1.500 voti - risponde al parlamentare - è una vittoria straordinaria. E adesso tutti al lavoro».

Il neo candidato sindaco dovrà, infatti, allargare la coalizione per diventare il candidato di tutto il centrosinistra. 

Deludente la performance dell’ex sindaco Fiorenza Brioni, quarta con appena 181 voti (6,31%), avanti di appena due decimali dall’ultimo, Fabio Mazali, coordinatore dell’area renziana (175 voti, 6,10%). Bene, invece, Giovanni Pasetti, l’altro renziano in lizza, sul terzo gradino del podio con 296 suffragi pari al 10,32% . 

Palazzi ha fatto il pieno in tutte le zone della città, tranne che a Lunetta e a Formigosa. Ha vinto in scioltezza in centro storico, in Valletta Valsecchi, in Valletta Paiolo, in Te Brunetti, a Borgochiesanuova, Castelletto, Cittadella e a Pompilio, dove il Club delle Tre età si è schierato con lui. Martinelli ha spopolato nel suo quartiere, a Lunetta: ha raccolto 410 voti degli oltre 500 espressi. La Brioni ha vinto solo a Formigosa.

Passa, così, in archivio il voto per il candidato sindaco del centrosinistra che ha visto alle urne 2.888 elettori, sotto la soglia dei 3mila indicata da tutti i candidati come quella ottimale, ma tuttavia non molto distante. Da segnalare che nelle urne sono finite 8 schede bianche e 12 considerate nulle dagli scrutinatori.

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi