Pesce con vermi al Tosano, multa da 5mila euro

Il parassita trovato durante un controllo dei carabinieri del Nas. La sentenza dovrà essere pubblicata sul sito del ministero della giustizia

CURTATONE. Un pericoloso parassita, annidato nel pesce fresco, è stato scoperto dai carabinieri del Nas di Cremona durante un controllo effettuato al supermercato Tosano di Curtatone.

Si tratta dell ’Anisakis Simplex che se ingerito può causare manifestazioni acute quali orticaria ma anche reazioni anafilattiche e gravi dermatiti. L’ispezione, che ha portato al sequestro di cinque chili e mezzo di code di rospo e otto chili di merluzzo, è avvenuto il 31 agosto di cinque anni fa.

E a finire a processo per violazione delle norme sulla sicurezza degli alimenti sono stati Anerio Tosano, 73 anni, legale rappresentante della società e il figlio Filippo, 34 anni, responsabile del commercio ittico per l’intera azienda. Al termine dell’udienza tenutasi nella tarda mattinata di ieri, il giuidce Stefano Aresu ha assolto il padre ma ha condannato il figlio al pagamento di cinquemila euro di multa, oltre alle spese processuali. Ma ha anche disposto che la sentenza venga pubblicata sul sito del ministero della giustizia. L’avvocato difensore dei Tosano, Marco Pezzotti, ha chiarito al giudice che gli operatori destinati al banco del pesce seguono appositi corsi di formazione per riconoscere la bontà del prodotto ittico. Circostanza che in quel caso non si è verificata, con prevedibili conseguenze per chi ha sbagliato.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

La guida allo shopping del Gruppo Gedi