Vince la Bonaglia. E Aiste strappa gli applausi

Nella giornata dell’8 marzo il premio alla preside del Fermi. Seconda la compagna di Sguaitzer: lottano uniti contro la Sla

MANTOVA. La seconda edizione del concorso “Valore al merito” rivolto alle donne nella giornata dell’8 marzo, promossa dal centro commerciale La Favorita, è stata appannaggio di Cristina Bonaglia, dirigente scolastica dell'istituto Fermi. Definita «un esempio per la nostra comunità» da coloro che l’hanno votata, ha ricevuto oltre un centinaio di preferenze, grazie alla determinazione nell'impegno all'interno del mondo della scuola, puntando in particolare al rinnovamento della didattica, attraverso l'impiego di tecnologie multimediali. La vincitrice, attualmente a New York per lavoro, ha raggiunto il pubblico della Favorita tramite Skype e ha sollecitato le studentesse a sviluppare maggiormente la cultura scientifica e tecnologica, spesso apprezzata soprattutto dai ragazzi.

L'assegnazione è avvenuta nel giorno in cui si è festeggiata la donna, regalando alla comunità un'occasione per discutere, riflettere e sensibilizzare. La speaker e giornalista di Radio Bruno, Antonietta Gianola, ha ricordato che l'iniziativa intende soprattutto fare conoscere la storia e l'esperienza di donne nate nella provincia di Mantova, che si distinguono in volontariato, politica e scienza e rappresentano un esempio concreto nel proprio lavoro di come si possano ottenere risultati impegnandosi con entusiasmo e passione.

Al secondo posto è arrivata Aiste Andriulionyte, compagna di Marco Sguaitzer, l’ex calciatore colpito sette anni fa dalla Sla, contro la quale sta lottando duramente. La coppia ha scritto il libro “Senza limite alcuno”, pensieri, post pubblicati sul suo blog, racconti brevi ed autobiografici che descrivono l'esistenza difficile, ma coraggiosa, di Marco, che non ha alcuna intenzione di abbandonare la speranza. A tutte le partecipanti sono state consegnate le medaglie. Presenti l'assessore Vanna Segala, il direttore del centro commerciale Daniele Franzetti e Giorgia Turchetti, la più segnalata al Valore al merito nel 2014. Maria Zuccati ha dedicato il premio alle donne della Resistenza, «che ci hanno permesso poi di ottenere il voto e settanta anni di pace dalla Liberazione fino ad oggi».

Applausi anche per i ragazzi del Fermi che hanno ritirato il riconoscimento assegnato alla preside, improvvisando uno spettacolo contro qualsiasi tipo di violenza.

L'elenco delle candidate al premio: Aiste Andriulionyte, Alessandra Cozzolino, Andreea Alexandra Popa, Annunciata Paganelli, Assunta Pandolfo, Carmen Elia, Cristina Bonaglia, Ernestina Cornacchia, Giovanna Paolozzi Strozzi, Loredana Orbesi, Maria Zuccati, Maria Grazia Zagnoli, Maricica Holban, Marzia Morelli Bianchi, Miranda Balla, Rita Mastolonardo, Romina Faccio, Rosanna Ferri, Simona Spagnoli, Stefania Gallerani, Taznllyn Khrissye Ferreira Torres, Vanna Mantovani Mazza, Marilena Paolino.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calenda a Mantova per il nuovo libro: «Occidente in crisi, si torni a pensare ai diritti»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi