Pellizzer rivuole lo scettro «Più servizi e sicurezza» 

Maurizio Pellizzer durante una conferenza stampa

L’ex sindaco si candida alla guida del paese dopo la rottura con la Bompieri «Va riconquistata la fiducia della gente». La priorità: più dialogo con i cittadini

MONZAMBANO. Candidato per Monzambano 2015–Insieme si può, l’ex sindaco Maurizio Pellizzer prova a riprendersi lo scettro del paese. Ha fatto molto discutere, di recente, la sua separazione con il primo cittadino uscente, Angiolina Bompieri: «Certo, la divisione in due liste potrà destare sconcerto fra gli elettori – ammette – ma ho la consapevolezza, insieme con chi ha condiviso con me questo percorso, di aver cercato in tutti i modi un accordo. Anche con l’ipotesi di un candidato sindaco terzo che, espressione dell’attuale giunta, potesse unire tutti. Purtroppo sono state dettate delle condizioni: quella di imporre a noi l’ingresso di soli tre candidati, con la scelta da parte di altri di chi dovevano essere. Abbiamo perciò deciso di correre da soli».
Pellizzer aggiunge: «Sappiamo che la nostra campagna elettorale sarà durissima e difficilissima. Partiamo da ultimi e la strada è tutta in salita. Dobbiamo riconquistare la fiducia dei cittadini, chiarire molti aspetti a proposito dei quali la gente ha ricevuto informazioni non corrette negli ultimi anni».

IL VIDEO: l'intervista in tre minuti

Un candidato, tre domande, tre minuti: Pellizzer aspirante sindaco di Monzambano

È determinato Pellizzer, e lo si denota anche dai punti del programma, tutti legati a interventi da eseguire. La formazione, dunque, è pronta a scendere in campo puntando su trasparenza, sicurezza e impresa, per poi passare al rilancio del turismo, all’ambiente, al welfare, all’istruzione e al tempo libero. Costituirà, infatti, elemento fondamentale la costante informazione da parte dell’ente, attuata attraverso la pubblicazione nell’albo pretorio: non solo le comunicazioni obbligatorie, ma anche quelle che attengono alla conoscenza dell’utilizzo del denaro pubblico. Gli uffici comunali saranno potenziati con l’istituzione dell’Urp, Ufficio relazioni con il pubblico, aperto tutti i giorni, e con l’avvio in loco del Suap (Sportello Unico Attività Produttive) e del Sue (Sportello Unico Edilizia).

Passando alla sicurezza, la linea programmatica si indirizza verso la difesa dei cittadini, in quanto il fenomeno dei furti si è incrementato sensibilmente negli ultimi anni. Su questa materia, spiega Pellizzer, gli enti locali non hanno particolari strumenti normativi di intervento, ma possono migliorare e aumentare l’attività di controllo del territorio (Pellizzer cita la convenzione “Mille occhi sulla città”, con la polizia locale, le forze dell’ordine e la prefettura). Ciò accompagnato dalla realizzazione di una più ampia area di illuminazione e di relativa videosorveglianza.

Passando al sostegno alle imprese, il candidato promette che questo avverrà nel contenimento della tassazione degli immobili produttivi e nella premiazione di tutte quelle attività d’impresa virtuose sotto il profilo di incremento dell’occupazione locale, attraverso la costituzione di uno sportello per il lavoro.

Ora, spazio agli incontri con la cittadinanza: «Le serate pubbliche – conclude Pellizzer - ci servono per la presentazione del programma. Ambizioso per alcuni, ma per noi è realistico e dettato da studi di fattibilità anche immediata e che parla delle reali esigenze del nostro paese. Ma le serate sono utili anche per la conoscenza di una formazione che, per otto figure su dodici, è nuova alle questioni amministrative».

Elisa Turcato

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ponte di San Benedetto Po: lo stato dei lavori in agosto, visto dal drone

La guida allo shopping del Gruppo Gedi