Si rafforza l’ipotesi Cantarelli assessore

Cantarelli, primo a sinistra

L’esponente di Sel avrebbe sciolto le riserve. Ieri l’incontro con Palazzi. Prima seduta in aula il 3 luglio

MANTOVA. Anche se di ufficiale non c’è nulla (o quasi), la futura giunta comunale sta prendendo una forma sempre più definita. In attesa dell’incontro di questa sera con il Pd, Mattia Palazzi sembra aver sbrogliato il nodo dell’assessorato di Sel. Ieri pomeriggio, dopo una salutare biciclettata, si è incontrato con Andrea Cantarelli, l’educatore su cui punta il partito guidato da Fausto Banzi. Cantarelli, fino a poco prima, sembrava non essere disponibile a diventare assessore (le deleghe dovrebbero essere mobilità e quartieri) per non creare problemi alla struttura dove lavora, la Casa del sole e soprattutto agli utenti. Ieri però qualcosa è cambiato e negli ambienti politici si dava per molto probabile la sua disponibilità.

L’incontro con Palazzi, verosimilmente, serviva a concordare o almeno a discutere le modalità dell’impegno e l’indirizzo preciso dei progetti concreti.

Cantarelli si era distinto nei mesi scorsi, assieme ad altri residenti di Borgo Angeli, nelle battaglie per la bonifica dell’ex pastificio Zanellini e in quelle per trasferire l’antenna di telefonia mobile eretta in un campo non molto lontano dalle scuole del quartiere in un posto ritenuto più sicuro .

La presenza di una assessore residente nella periferia (ci sarebbe anche il Pd Nicola Martinelli, che abita in centro ma che lavora da anni a Lunetta) e con delega, appunto, ai quartieri rappresenta una buona base di partenza per l’amministrazione Palazzi, visto che proprio nei quartieri si annidano diversi problemi sia di degrado urbano e ambientale sia di carattere sociale.

Il sindaco, in ogni caso, sembra ormai consapevoledi aver quasi completato l’opera. Ambienti a lui vicini riferiscono che la formazione dell’esecutivo potrebbe essere ultimata tra domani e mercoledì. L’incontro con il Pd di questa sera dovrebbe risolvere l’ ultimo incognita, quella sul numero di assessori: 8 o 9. I nomi che circolano sono quelli di Buvoli, Murari, Martinelli e Pavesi per il Pd (ma anche Cortese e Bonaffini), Rebecchi (presidenza del consiglio), Nepote, Grassi, Caprini e Portioli per la lista gialla, Chiodarelli per il Psi.

Intanto Palazzi si prepara a convocare per venerdì 3 luglio la prima seduta del consiglio.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il matrimonio di Paola Turci e Francesca Pascale: l'arrivo a Montalcino

La guida allo shopping del Gruppo Gedi