Mantova, tragico scontro in viale Gorizia. Muore un motociclista

La vittima, 34 anni di Porto Mantovano, è finita contro un'auto che stava uscendo da una strada trasversale, viale Carso. Inutili i tentativi dei soccorritori di rianimare il motociclista. Il conducente dell'auto, 85 anni, è stato ricoverato all'ospedale Poma in stato di shock

MANTOVA. Tragico incidente in viale Gorizia alle 12.30 circa. Un motociclista è morto per i traumi riportati  nello scontro con un'auto in uno dei numerosi incroci che caratterizzano il viale. La vittima, Matteo Elisse, aveva 34 anni: originario di Lunetta, attualmente viveva a Porto Mantovano e da quindici anni era operaio alla Sapio di via Ostiglia.

Sulla dinamica dello scontro sono ancora al lavoro gli agenti della polizia locale, accorsi sul posto dalla vicina sede di viale Fiume, poco dopo l'impatto. Secondo le prime e parziali ricostruzioni, l'auto, una Toyota Yaris, era ferma allo stop di viale Carso, trasversale di viale Gorizia. Il conducente è rimasto fermo per un po', per valutare la situazione del traffico. E' possibile che avesse la visuale disturbata dai riflessi del sole. Quando ha messo in marcia per uscire dallo stop, non si è accorto della moto condotta dal 35enne diretta verso piazzale Gramsci. L'impatto è stato molto violento.

I soccorritori inviati dal 118 hanno tentato inutilmente di rianimare il motociclista. Purtroppo la gravità delle botte riportate nell'impatto contro l'auto e nella caduta non gli hanno dato scampo. Soccorso anche il conducente del veicolo, un uomo di 85 anni, e trasportato al pronto soccorso dell'ospedale. L'uomo era sotto shock, le sue condizioni tuttavia non destano preoccupazioni.

Matteo Elisse

Subito dopo l'incidente l'intera zona di piazzale Gramsci si è intasata di traffico. Gli agenti della polizia locale hanno dovuto chiudere alla circolazione  viale Gorizia per una certo periodo di tempo e le auto provenienti da viale Risorgimento e viale Piave sono state deviate su viale Montegrappa, la strada della piscina Dugoni. La chiusura di viale Montello per il cantiere del teleriscaldamento e per il ritrovamento di un ordigno bellico alcuni giorni fa, ha reso ancor più problematico lo scorrimento del traffico.

LA VITTIMA. Un ragazzo splendido e solare, con la gioia di vivere addosso e una parola per tutti. Matteo Elisse, 34 anni, di Porto Mantovano, ma per anni residente a Lunetta, è descritto dagli amici. «Aveva la passione per le moto – racconta un’amica – ed era particolarmente bravo a fare le torte e il risotto. Sì, amava anche la cucina, ma soprattutto era un bravissimo ragazzo, soprattutto, ci tengo a dirlo, molto prudente alla guida della sua moto». Matteo viveva in via Ugo Foscolo a Sant’Antonio e lavorava da una quindicina d’anni alla Sapio di via Ostiglia. Faveva l’operaio turnista ed era stimato dai colleghi. Oggi, mercoledì 24 giugno, aveva il turno libero e come spesso faceva aveva scelto di fare un giro in moto. Nel dolore lascia il padre Giancarlo e la madre Nadia Braga, entrambi residenti a Lunetta in via Juvara, e il fratello Marco, bancario di Suzzara.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Troppa emozione per la proposta di matrimonio: la futura sposa vede l'anello e sviene

La guida allo shopping del Gruppo Gedi