Addio a Luigino, storico giornalaio del paese

La sua famiglia aprì la prima edicola. Oggi alle 17 i funerali

BOZZOLO. Aveva lasciato ormai da una quindicina d’anni l’edicola di piazza Europa, ma sicuramente molti bozzolesi ricorderanno Luigino Gandolfi, scomparso domenica 19 luglio a 62 anni.

Aveva condotto l’edicola con la moglie Caterina e prima ancora con il papà Lidio. A Bozzolo c’è anche chi ricorda la nonna che gestiva l’edicola. Sì, perché a Bozzolo i primi edicolanti sembra proprio fossero stati i Gandolfi. Luigino è stato appunto l’ultimo in famiglia a gestire la rivendita dei giornali. Con loro c’era una sola edicola a Bozzolo. Era dove è tornata adesso quella nel palazzone di Piazza Europa che allora si chiamava palazzo Bonoldi. La nonna aveva la rivendita in un piccolo negozio del palazzo, poi si spostò in quello adiacente più grande. Facevano in origine anche i procaccia, cioè trasportavano la posta dalla stazione all’ufficio postale.

Quando negli anni ’60 l’antico palazzo fu sostituito da quello nuovo, si spostarono in una nuova edicola metallica sotto la torre dell’orologio, fino a quando appunto Luigino chiuse l’attività e la rivendita tornò nell’ex palazzo Bonoldi. Un pezzo della Bozzolo che fu è l’immagine di quando percorrevano le strade in bicicletta (più tardi anche con un’utilitaria) carichi di giornali da recapitare e di quando arrivavano nelle corsie dell’ospedale attesi da tanti degenti. Luigino Gandolfi lascia la moglie Caterina, i figli Lidio e Viviana.

I funerali si svolgeranno oggi partendo dall’abitazione di via Ungaretti 17 per la Chiesa di Santa Trinità. (ap)

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ibrahimovic a casa di Berlusconi: "Sono qui per insegnargli come si gioca a calcio"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi