Si è arreso dopo 16 giorni il 67enne che si era sentito male in piscina

Il 5 luglio Meschieri era stato male in acqua alla Dugoni e riportato a galla dall'intervento di un bagnino. Ricoverato in Rianimazione al Poma aveva ripreso a respirare senza le macchine ma non è bastato

MANTOVA. Ha lottato per sedici giorni, attaccato alle macchine del reparto di Rianimazione, anche se non è mai tornato indietro da quella tragica domenica 5 luglio, con la piscina Dugoni affollata di gente. Il malore che gli ha spento i sensi, il cielo che si è rovesciato e l’abbraccio dell’acqua che l’ha tirato giù. Non ce l’ha fatta Giancarlo Meschieri, il 67enne riacciuffato alla vita dall’intervento di un bagnino e di un volontario della Croce Rossa. Il suo cuore ha continuato a battere per altre due settimane ancora. Negli ultimi giorni sembrava quasi che stesse meglio, Meschieri era tornato a respirare senza l’aiuto meccanico delle macchine, ma non è bastato a salvarlo.

La cronaca del 5 luglio racconta di una domenica afosa e di una piscina letteralmente presa d’assalto, C’è anche Meschieri, arrivato dal quartiere di Valletta Paiolo dove abita con la moglie. Il malore l’aggredisce che è già in acqua e lo fa precipitare verso il fondo della vasca, privo di sensi.

Se ne accorge un bagnino che, di slancio e d’istinto, si tuffa, giù fino ad afferrare l’uomo e a riportarlo in superficie, fuori dalla vasca. Insieme al bagnino interviene un volontario della Croce Rossa che lo aiuta ad adagiare Meschieri a bordo piscina. Nei suoi polmoni non c’è acqua, ma il cuore è muto, niente battiti. Iniziano il tentativo di rianimarlo. Nel frattempo arrivano i soccorritori del 118, il defibrillatore torna in funzione e il 67enne riprende a respirare. Alla Dugoni arriva anche una pattuglia della polizia locale. Intubato, Meschieri, viene caricato in ambulanza e trasferito nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Carlo Poma. Il resto è un calvario durato sedici giorni, giorni di sconforto e di speranza. Il resto è il dolore recente, lo stordimento di dover declinare la vita di Meschieri al passato.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi