Pagelle verdi di Mantova: c'è la storia della città nei giardini di piazza Virgiliana

L'area è ottima per far divertire i bambini durante il giorno, l'illuminazione di notte però lascia a desiderare e molti cittadini preferiscono girarci al largo

MANTOVA. Continua la nostra passeggiata tra le aree verdi di Mantova con una tappa dal sapore storico. Dopo il Lungolago e la ciclabile Mantova-Cittadella è infatti il turno dei giardini di Piazza Virgiliana, la prima area verde di Mantova ad essere progettata per uso pubblico.

I giardini, voluti dai napoleonici che avevano occupato la città nel 1797 dopo tre anni di assedio, sono stati costruiti seguendo l’idea della “piazza giardino” con le file di alberi che circondano in modo simmetrico lo spazio centrale, lasciato libero per passeggiare e decorato da aiuole fiorite. Una testimonianza importante delle vicende storiche della nostra città, tra i primi esempi di questa architettura del verde nel Nord Italia. Antichità e posizione rendono i giardini di Piazza Virgiliana uno dei parchi più sentiti dai mantovani. “Venivo qui da bambina con mio padre - ci racconta una signora - ora porto i miei nipoti a giocare, dopo aver fatto lo stesso con mio figlio”.

E’ il verde, sicuramente, il fiore all’occhiello di questo giardino, curato in ogni sua parte, sia nelle aiuole che dispongono di un sistema di irrigazione automatico sia nei viali alberati dove anche panchine e cestini testimoniano il passaggio frequente degli operatori addetti alla manutenzione.

Una cura e un’attenzione che viene riservata anche alle fontanelle poste agli ingressi del giardino e alle vasche che completano il monumento dedicato a Virgilio, ben tenute e nel caso di malfunzionamenti riparate prontamente come ci confermano alcuni pensionati che, complice il caldo, si riuniscono sotto gli alberi alla ricerca di refrigerio.

La situazione di pulizia del parco ci viene descritta come generalmente migliorata nel corso degli ultimi due anni con l’unica nota negativa dei graffiti e delle scritte sui basamenti, periodicamente rimosse ma senza risultati definitivi. Gli atti di vandalismo, forse blandi ma certo troppo frequenti riguardano anche le aree attrezzate con giochi per i bambini, le più frequentate dell’intero parco, grazie a una accurata disposizione ed alla manutenzione degli spazi dedicati, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e pulizia; accanto all’area tradizionalmente occupata dalle giostrine, inoltre, è stata da poco inaugurata (il 21 maggio 2015) una sezione pensata per i disabili, nata grazie all’impegno del Lions Barbara Gonzaga e dell’associazione Rianimazione Urbana Mantova.

Una zona attrezzata che solo pochi parchi italiani possono vantare e che ha contribuito al ritorno delle famiglie con bambini che preferiscono Piazza Virgiliana ad altre aree dedicate ai più piccoli. “La presenza di uno spazio recintato mi fa sentire sicuro” dice un padre “ho tre figli di diverse età e per ognuno c’è il gioco adatto come anche la possibilità di andare in bicicletta o monopattino senza i pericoli della strada”.

Il giardino di Piazza Virgiliana, insomma, raccoglie voti da primo della classe se non fosse per un neo, la sicurezza.

I lampioni, progettati nel rispetto delle norme di risparmio energetico sono considerati inadeguati all’illuminazione completa dei viali alberati dove le panchine, la sera, diventano ritrovo per gruppi di senzatetto e sbandati. A poco servono i locali che, durante la stagione estiva, si affacciano sul parco popolandolo e aumentando le aree illuminate. “Non passiamo volentieri di qui, la sera neppure in bicicletta” dichiarano alcuni pensionati che abitano in zona. “Le nostre ripetute richieste di controlli da parte delle forze dell’ordine sono cadute nel vuoto”. Qualcuno propone ronde cittadine di volontari per controllare i giardini come già accade in altre città italiane. Una soluzione che andrebbe provata per permettere ai mantovani di ritrovarsi in sicurezza nei giardini di piazza Virgiliana, custodi di oltre due secoli di ricordi, giochi e passeggiate in compagnia.

I NOSTRI VOTI

Video del giorno

Roma, Conte litiga con un contestatore: "Vada al banchetto della Lega e chieda dei 49 milioni"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi