Violentissime grandinate, danneggiate serre e vigne

Colpite le zone di Pomponesco, Quistello e Sermide. Chicchi grandi come uova. La tempesta, durata pochi minuti, ha colpito in pieno settanta biolche di zucche. Interrotta la linea ferroviaria Mantova-Modena

MANTOVA. Violente grandinate, unite a un forte vento, si sono abbattute sabato pomeriggio in alcune zone della nostra provincia, provocando seri danni ai vigneti e alle colture ortofrutticole. Nel’occhio del ciclone Viadana, Sermide e Pegognaga investite da un’autentica tempesta di ghiaccio durata interminabili minuti.

La grandinata a Viadana

....fai un temporalino, se ti va!!!

Posted by Gianni Torelli on Sabato 5 settembre 2015

Le organizzazioni agricole sono già al lavoro per quantificare i danni. Sono comunqe consistenti. Le prime nubi si sono addensano minacciose, poco dopo le quindici, sul Viadanese. Le ha accompagnate un vento fortissimo. Nella fascia colpita, quella da Casaletto a Pomponesco, è volato di di tutto. E, all’improvviso dal cielo, sono cominciati a scendere i chicchi di grandine. A Cogozzo la loro dimensione era sbalordiva: qualcuno dal paese li ha paragonati a uova di gallina. Il fenomeno è durato pochissimi minuti ma quanto basta per arrecare danni alle coltivazioni. Soprattutto all’uva.

Grave la situazione nel Suzzarese. La grandine ha colpito la striscia che partendo da Pegognaga si è poi estesa a San Benedetto Po e Quistello, comprendendo le frazioni di San Rocco e Nuvolato. Danneggiato il sessanta per cento della produzione di pere, secondo il referente della Coldiretti di Pegognaga. I danni ai vigneti, seppur consistenti, sono stati contenuti grazie all’attuale grandezza della foglie che, in qualche modo hanno protetto il grappolo.

Il maltempo ha poi raggiunto Sermide dove si sono verificati i danni più gravi: la grandine ha reso inutilizzabili infatti settanta biolche di zucche.Le forti raffiche di vento hanno poi scoperchiato alcune serre.

Un albero è caduto a causa del maltempo sulla linea ferroviaria Modena-Mantova, interrompendola tra Rolo (Reggio Emilia) e Carpi (Modena) per un'ora e mezza, dalle 17 alle 18.30. Una coppia di treni ha dovuto limitare la corsa a Rolo da una parte e a Carpi dall'altra, sostituita da autobus nel tratto mancante, mentre per gli altri convogli i ritardi sono arrivati ai sessanta minuti. Il maltempo, anche con forti grandinate, ha colpito duramente nelle zone di Mirandola e Finale Emilia. Numerosi i black out che si sono verificati nel corso della giornata, a causa delle forti raffiche di vento e della violenta grandine.

Video del giorno

Omnia Mantova - La Shoah della nostra città

La guida allo shopping del Gruppo Gedi