In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Guerra aperta al gioco. Le slot verranno contate

Borgo Virgilio comune capofila del bando con Curtatone e Roncoferraro. Contrasto alla ludopatia: prima il censimento, poi informazione e prevenzione

1 minuto di lettura

BORGO VIRGILIO. Informazione e comunicazione sul fenomeno del gioco d'azzardo, formazione verso la prevenzione, mappatura delle sale del territorio e azioni no slot. Sono le quattro azioni messe in campo dal Comune di Borgo Virgilio, che dopo essersi aggiudicato un bando regionale come Comune capofila, insieme a Curtatone e Roncoferraro, ha dato il via ad un ampio progetto di contrasto alla ludopatia.

Alla presentazione delle iniziative c'erano il sindaco Alessandro Beduschi, l'assessore Teresa Amatruda, il consigliere delegato Giulia Ferrazzi, Laura Gagliardi per l'associazione Libra, Germana Tommasini per l'Asl, e gli assessori di Curtatone e Roncoferraro Angela Giovannini e Veronica Giatti.

«Vogliamo promuovere la salute – ha spiegato Ferrazzi – e credo che questa sia una cosa bella pertutti i cittadini. Lo scorso anno la prima goccia del nostro progetto è stata una serata di prevenzione sul gioco d'azzardo, e partendo da questo appuntamento ci siamo presi l'impegno di fare qualcosa diconcreto e metterci in moto per cambiare la situazione». Da queste premesse, la decisione di partecipare al bando regionale “A che gioco giochiamo?” proprio per lo sviluppo e il consolidamento di azioni di prevenzione e contrasto alle forme di dipendenza dal gioco d’azzardo.

«Abbiamo partecipato con altri due enti e numerosi partner del settore, perché la Regione era statamolto chiara sull'importanza di fare rete e non presentarsi da soli. Oggi vogliamo segnare un inizio che proseguirà per prima cosa con la formazione rivolta non solo a insegnanti e scuole ma anche a cittadini, che avranno la possibilità di essere moltiplicatori di prevenzione».

Il progetto avrà una durata di circa dieci mesi, e terminerà a luglio 2016. Gli assessori Giovannini e Giatti hanno rinnovato il completo appoggio a nome delle rispettive amministrazioni.

«Abbiamo cominciato volentieri questo cammino, con la convinzione che fosse importante cercare di sapere di più, con la volontà di contrastare un fenomeno dannoso e purtroppodiffuso nella rete sociale. Crediamo che l'iniziativa sia ben strutturata e possa essere utile a far emergere una lunga serie di problemi».

Il sindaco Beduschi ha ricordato l'impegno del Comune di Borgo Virgilio, che ormai da qualche anno è attivo nella lotta alla ludopatia.

I commenti dei lettori