In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

In settemila per l’elettronica. La fiera chiude in bellezza

Boom di visitatori per la Fiera dell'Elettronica e del Radioamatore allestita nei padiglioni della Millenaria

1 minuto di lettura

GONZAGA. Boom di visitatori per la Fiera dell'Elettronica e del Radioamatore allestita nei padiglioni della Millenaria: ieri in tuttoci sono stati settemila ingressi. Oggi, intanto, è l’ultimo giorno: ingresso continuato dalle 8.30 alle 18.

In programma ci sono le dimostrazioni di piccola robotica delle associazioni Augman, Lugman e Coder Dojo, del FabLab e dell'Istituto “Fermi” di Mantova. Tra le manifestazioni la “Car Audio Competition” con due specialità: qualità del suono e potenza dell'audio.

Le super car elaborate con il metodo del tuning si sfideranno in varie sessioni tra le 9 e le 13 e tra le 15 e le 17. Quella di ieri è stata una partenza col botto, grazie anche alla bella giornata di sole che ha fatto arrivare appassionati da quasi tutta l'Italia. Tra le novità di quest'anno la nuova area Gamer's Generation con una trentina di postazioni dedicate al videogioco vintage. Consolle "storiche", tra cui la mitica Nintendo64, un maxi pad, joystick d'epoca e postazioni da sala giochi anni Ottanta e Novanta hanno attirato giocatori di tutte le età, che si sono sfidati a giochi cult come Super Mario Bros e Bubble Bubble. Grande interesse hanno suscitato le stampanti 3D che attraverso un sistema di caricamento di speciali filamenti in bioplastica possono riprodurre oggetti o parti multiple.

La tecnologia è nota fin dagli anni '80 ma solo da poco questo genere di stampanti del futuro, sono entrate in produzione e messe in commercio. Allo stand “Cam 3D” di Fidenza (Pr) si è svolta una dimostrazione della “Witbox” che stava “replicando” un busto femminile.

Ma a dare il benvenuto ai visitatori, schierati da ambo i lati all'ingresso del nuovo polo fieristico, c'erano i giovani ingegneri della robotica con “Demostene 2.0” il gufo che si accorge delle persone che gli sfilano davanti. Tra loro c'è Alex Germani, 19 anni, di Pomponesco che ha realizzato un ragno funzionante con applicazione “Android”. Alex ha un sogno: frequentare l'accademia navale.

Ci ha provato quest'anno ma non c'è riuscito e allora si è iscritto alla facoltà di Ingegneria ma ritenterà l'impresa. Il 19enne ha partecipato alle Olimpiadi di Informatica di Salerno centrando la finale nazionale. (m.p.)

I commenti dei lettori