Veterinario e benefattore dona i libri alla biblioteca

Gazzuolo ha ricevuto 107 classici da Guizzardi, medico originario del paese: «Qui conservo le mie radici: così voglio arricchire il patrimonio culturale»

GAZZUOLO. Importante donazione alla biblioteca di Gazzuolo da parte di un gazzuolese extra muros, cioè Franco Guizzardi, veterinario per 37 anni, quasi tutti all'Asl e tredici dei quali come direttore del distretto viadanese, uno dei più importanti d'Italia nel settore alimenti.

Una lunga esperienza e un bagaglio di conoscenza invidiabile, grazie anche alle tante ore di studio passate su testi e riviste scientifiche. Guizzardi, originario di Gazzuolo, dove ha risieduto fino all'età di 27 anni, ha donato nei giorni scorsi alla biblioteca di Gazzuolo 107 volumi classici della letteratura mondiale tutti in perfetto stato di conservazione e di pregio, libri che vanno a coprire alcune mancanze nel catalogo della biblioteca.

«A Gazzuolo – spiega Guizzardi – conservo le mie radici, i miei parenti e gran parte degli amici di gioventù. Per quanto riguarda questa donazione, ritengo che le biblioteche di paese possano e debbano essere aiutate, quando possibile, dalle donazioni librarie di chi vi abita o, come nel mio caso, da chi vi ha abitato ed è legato alle radici tramite parenti o amici. Credo che questo sia non solo un atto eticamente corretto, ma rappresenti anche un modo per arricchire un patrimonio librario di una struttura senza gravare sul bilancio pubblico. Anche cinque anni fa, in occasione del mio pensionamento, ho donato tutti i miei libri di veterinaria alla Asl di Mantova per la quale ho lavorato per tanti anni».

Donazione accettata, con tanti ringraziamenti al dottor Guizzardi da parte della bibliotecaria Patrizia Zangrossi che però puntualizza: «Molto spesso i nostri lettori chiedono se possono portare dei libri in biblioteca. I bibliotecari non sempre accettano ed è giusto che la gente capisca il perché: la biblioteca non può essere il luogo in cui portare libri che si ritiene non siano più degni di stare negli scaffali della propria libreria di casa o peggio ancora nelle cantine! Oltre tutto spesso abbiamo difficoltà ad accettare anche libri in ottimo stato ma molto datati, in quanto non è più possibile farli catalogare: la catalogazione ha un costo non indifferente e quindi si tende ad utilizzarla per le novità, vale a dire quello che i frequentatori della biblioteca chiedono con maggior frequenza».

I volumi sono già disponibili per il pubblico in biblioteca a Gazzuolo per le attività e la gestione di prestito ai richiedenti.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi