Prima rapina un iPhone poi dà una gomitata alla poliziotta

Condannato a due anni e due mesi per una rapina ad una commerciante in piazza Sordello nel giorno di mercato

MANTOVA. Rapina un cellulare dal furgone di una commerciante in piazza Sordello nel giorno di mercato.

Viene inseguito da alcuni ambulanti e da una poliziotta che tenta di bloccarlo. Per sfuggire alla presa la colpisce con una gomitata in pieno volto e riesce a dileguarsi. Per poco però, perché in brevissimo tempo viene catturato e arrestato.

Anouar Saidi, 33 anni, di origine tunisina e residente a Mantova, in viale Fiume,  è stato condannato dal giudice Antonella Toniolo a due anni e due mesi di reclusione più cinquecento euro di multa. I fatti risalgono al 5 marzo di quest’anno. È giorno di mercato. L’extracomunitario s’aggira tra le bancarelle di piazza Sordello con un complice. Passa davanti a un furgone e vede, appoggiato sul sedile un cellulare Apple iPhone 6. Se ne impadronisce e fugge inseguito da alcuni commercianti e da una poliziotta che lo raggiunge.

Per liberarsene le sferra una gomitata in pieno volto, ferendola. Continua la scappare ma la sua fuga si rivela del tutto inutile. Il 33enne viene rintracciato e bloccato. Poi arrestato con l’accusa di rapina impropria e lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. (go)

La guida allo shopping del Gruppo Gedi