In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Svaligiano la casa e fanno pure merenda

Razzia in un’abitazione, bottino vicino ai 15mila euro. Nella villetta accanto ladri disturbati e costretti a fuggire

1 minuto di lettura

REVERE. Attenzione alle prime nebbie e all’anticipato calar della sera. I ladri stanno imperversando in tutta la provincia.

Mercoledì pomeriggio hanno preso di mira il nuovo quartiere residenziale di Revere, via Giulio Romano. Due le abitazioni visitate, ma è possibile che ci siano stati altri casi, non ancora denunciati.

I malviventi sono entrati in azione fra le tre e le sei e mezza. Nella prima casa, hanno letteralmente fatto razzia. Prima, non si sa come, hanno rabbonito il cane da guardia, un pastore tedesco, che sorveglia la casa. Poi hanno divelto la portafinestra che dà sui campi e, una volta dentro, hanno cominciato in modo metodico a rovesciare armadi, cassetti, mobiletti. Al piano terra, non c’era nulla di valore da rubare, ma sono stati in grado di individuare l’unico cassetto che conteneva qualche monile.

Poi si sono diretti al piano superiore, nelle camere da letto e in bagno, e lì hanno buttato tutto all’aria. Non hanno mancato di rovesciare alcun cassetto, alcun contenitore. In questo modo sono riusciti a scovare quello che cercavano, cioè ori e gioielli ereditati dalla padrona di casa; e poi hanno trovato pure la collezione di orologi del marito, alcuni di valore, altri solo copie di orologi famosi, ma comunque di interesse. Un valore notevole, almeno 15mila euro in tutto.

Sono ridiscesi in cucina e, tanto per farsi una merenda, hanno racimolato dal portafrutta sul tavolo, una manciata di noci, che si sono mangiati nel prato sul retro della casa. «Quindi hanno abbandonato lo schiaccianoci sul bordo della canaletta di irrigazione che scorre dietro l’abitato»  racconta il proprietario.

All’arrivo dello stesso padrone di casa - «solo per caso proprio quel giorno sono rientrato tardi dal lavoro» - i malviventi erano già fuggiti. Forse, proprio la sua presenza però ha disturbato la gang nell’abitazione accanto. Qui i ladri sono entrati, dopo aver rotto la finestra del bagno e attivato l’allarme. Poi sono fuggiti senza rubare nulla. Indagano i carabinieri.

I commenti dei lettori