Missione europea per il Sistema portuale

L’obiettivo è il miglioramento delle connessioni intermodali nei porti del Nord Adriatico e il loro collegamento con la nuova rete trans-europea dei trasporti. Così per il progetto Napa Studies che,...

L’obiettivo è il miglioramento delle connessioni intermodali nei porti del Nord Adriatico e il loro collegamento con la nuova rete trans-europea dei trasporti. Così per il progetto Napa Studies che, finanziato dalla Commissione Europea, insieme a Rijeka, Koper, Trieste e Venezia, coinvolge il Sistema portuale Mantovano. In missione l’altro ieri al Parlamento europeo con il dirigente Giancarlo Leoni e il capogruppo dem in consiglio provinciale Massimiliano Montagnini (impegnato sul tema della navigazione) che - insieme ad Aipo, Regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, Provincia di Ferrara, e Unione di navigazione interna – hanno fatto il punto con gli eurodeputati Comi, Salini, De Monte e Benifei. E imbastito un ragionamento sui fondi per il potenziamento successivo delle autostrade del mare. Il prossimo appuntamento è il 3 dicembre a Roma, al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per illustrare i risultati degli studi della nuova piattaforma retro-portuale e per lo sviluppo del Sistema Portuale Mantovano.

Quindi il 10 dicembre si tornerà nuovamente a Bruxelles, sulla scia della conferenza sul Corridoio Mediterraneo (8 dicembre), per presentare a una platea più larga le attività e i risultati del progetto Napa Studies. Progetto che, per la Provincia di Mantova, va ad aggiungersi a Ris (per il miglioramento delle capacità di gestione del sistema idroviario dell’Italia del Nord) ed Epic 2020 (per l’uso del potenziale non sfruttato di energia rinnovabile disponibile nel porti).

Video del giorno

Patrick Zaky, nel tribunale di Mansoura subito dopo l'annuncio del suo rilascio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi