Doping nel ciclismo, raffica di assoluzioni

Solo due le condanne: otto mesi al farmacista Guido Nigrelli e 5 al biker Gilmozzi. Prosciolti gli altri venticinque imputati. Tra loro anche campioni internazionali

MANTOVA. Due condanne e venticinque assoluzioni. È l’esito del processo che ha visto salire su banco degli imputati ciclisti, preparatori atletici, farmacisti, medici e direttori sportivi. L'accusa era di aver commerciato, prescritto, somministrato e fatto uso di sostanze proibite per migliorare le prestazioni atletiche.

La sentenza sul doping nel ciclismo è stata emessa venerdì 18 dicembre dal giudice Giuditta Silvestrini, tra la soddisfazione e l’esultanza degli avvocati difensori.

Due soltanto, come già accennato, gli imputati condannati. Si tratta del farmacista di Mariana Mantovana Guido Nigrelli a cui è stata applicata la pena di otto mesi di reclusione e il pagamento di 7mila euro di multa e di Sebastian Gilmozzi, 37 anni, biker di Cavalese, condannato a cinque mesi di reclusione e 4500 euro di multa. Entrambi dovranno anche provvedere al pagamento delle spese processuali.

Nigrelli, inoltre, è stato interdetto dalla professione di farmacista per una durata pari alla pene detentiva inflitta.

Rigettata infine la richiesta di risarcimento presentata dal Coni che si era costituito parte civile con un milione di euro, per il danno d’immagine provocato dalla vicenda.

Vicenda in cui erano rimasti coinvolti atleti delle due ruote noti a livello internazionale come Michael Rasmussen, Damiano Cunego, Marzio Bruseghin e Alessandro Ballan. Secondo le indagini, che avevano preso il via nel 2008, la centrale del doping era Mariana Mantovana.

In particolare per la presenza di Guido Nigrelli, il farmacista a cui sarebbero arrivati dall'estero i farmaci da somministrare ai ciclisti. Ecco chi era finito a processo: Alessandro Ballan, Marco Bandiera, Fabrizio Bontempi, Paolo Bossoni, Marzio Bruseghin, Nicola Castrini, Pietro Caucchioli, Damiano Cunego, Mauro Da Dalto, Fabio Della Torre, Francesco Gavazzi, Sergio Gelati, Sebastian Gilmozzi, Taus José Ibarguren. Mirco Lorenzetti, Roberto Messsina, Manuel Mori, Massimiliano Mori, Guido Nigrelli, Paolo Pezzini, Mariano Piccoli, Daniele Pietropolli, Maurizio Piovani, Simone Ponzi, Michael Rasmussen, Mauro Santambrogio, Giuseppe Saronni, Matteo Zambroni.

L’indagine si è basata anche su numerose intercettazioni ambientali e telefoniche al farmacista Guido Nigrelli.

In una delle ultime udienze la tossicologa Donata Favretto dell'Università di Padova che, a suo tempo, aveva analizzato i medicinali sequestrati al farmacista di Mariana, aveva evidenziato che nessuno di quei medicinali aveva un principio attivo dopante.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Viareggio, l'irruzione dei Nocs nella casa dell'uomo armato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi