Mantova, la diocesi vende Radio Laghi

Don Ferri: «Puntiamo alla comunicazione online, ma niente licenziamenti»

MANTOVA. Vendita in vista per le frequenze di Radio Laghi. La radio cattolica, che opera nel nostro territorio come segno e strumento della Chiesa mantovana che ne è proprietaria, con impegno pastorale, culturale ed educativo, è sul procinto di essere venduta.

«Il processo in corso – commenta don Giampaolo Ferri, direttore del centro di pastorale giovanile e responsabile della comunicazione diocesana – è in vista di una riorganizzazione delle risorse, che purtroppo non sono infinite. La vendita delle frequenze della radio è prevista anche in ottica di uno spostamento e rinnovo dei modi di fare informazione. Punteremo di più sul web e sulla comunicazione via internet». I posti di lavoro che attualmente occupano gli addetti alla radio non sembrano essere in pericolo. «Non verrà fatto nessun cambiamento del personale – assicura don Ferri – i dipendenti che ci sono rimarranno. Offerte o trattative per la cessione? È presto per parlarne».

Radio Laghi, alla frequenza 97.15 per chi risiede nella zona di Mantova centro, è inserita nel circuito radiofonico di Inblu, progetto nazionale di ispirazione cristiana al servizio delle emittenti presenti sul territorio. Inblu propone un palinsesto completo, che ciascuna radio è libera di integrare all'interno della propria programmazione. Ai radiogiornali si affiancano programmi di intrattenimento, di commento e di approfondimento su temi ed eventi sociali, culturali, religiosi e musicali.

Noemi Eleonora Biagi

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Emergenza siccità, anche il lago di Braies si ritira: la siccità ridisegna il 'paesaggio da cartolina'

La guida allo shopping del Gruppo Gedi