I vigili fermano l'ambulanza: stop di mezz’ora durante il soccorso

 I vigili fermano il mezzo di soccorso con a bordo un cardiopatico colpito da ictus diretto all'ospedale di Mantova. La rabbia della figlia del paziente (che ora sta meglio): «Hanno fermato l’ambulanza per quasi mezz'ora e l'hanno multata". L'assessore difende gli agenti: non sapevano che era un'emergenza

MARCARIA. «Hanno fermato l’ambulanza con mio padre a bordo con un ictus e l’hanno tenuta bloccata quasi mezz’ora per la multa». È la denuncia di una donna di Asola che, se da una parte è sollevata perché il padre sta meglio ed è stato dimesso, dall’altra è sconcertata per quello che è accaduto. «E se quei minuti fossero stati fondamentali?».

Il padre, 77 anni, cardiopatico, era finito al pronto soccorso di Asola, dove i medici, ipotizzando un ictus cerebrale, ne hanno disposto il trasferimento al Poma. Il paziente viene caricato a bordo di un’ambulanza della First Aid One e inizia il viaggio verso Mantova: l’anziano è sulla barella, e i due infermieri davanti. È buio e ad un certo punto, tra Acquanegra e Marcaria, l’ambulanza viene fermata da una pattuglia della polizia locale. «L’ambulanza aveva il lampeggiante ma non le sirene: mio padre era un codice giallo, cioé media gravità. I vigili hanno rilevato che la conducente non indossava la cintura e che un faro era bruciato e l’hanno tenuta ferma per la multa: 28 minuti». La donna è certa del tempo trascorso, perché l’ambulanza è controllata dal satellitare, che ha rilevato la sosta. «Io non discuto le violazioni, ma mi hanno spiegato che in questi casi prevale il buonsenso, anche se non è scritto. Di solito vigili e polizia stradale in presenza di emergenze prendono i dati del mezzo e del conducente, e la sanzione viene data in un secondo momento, magari già in ospedale, ma non sul posto». La donna riferisce di aver chiesto spiegazioni ai vigili di Marcaria, che hanno parlato di una sosta «di pochissimi minuti».

«I nostri vigili non sapevano che fosse un’emergenza» replica Luca Cariotti, l’assessore alla polizia locale del Comune di Marcaria. «Gli agenti hanno notato il mezzo in lontananza e l’hanno fermato. Visto che era un’ambulanza, hanno chiesto ai due infermierise si trattasse di un’emergenza. In questo caso non l’avrebbero di certo bloccata per la sanzione. Ma hanno avuto risposta negativa, e allora hanno proceduto. Non sapevo però che fossero rimasti fermi così tanto, pensavo qualche minuto. In ogni caso, se i parenti del paziente vogliono parlarne, io sono qui».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

La guida allo shopping del Gruppo Gedi