Micropolveri in picchiata, ma resta il blocco del traffico

La pioggia ha interrotto la spirale d'inquinamentop dell'aria che da settimane incombe su Mantova. Ma non basta per annullare le limitazioni al traffico

MANTOVA. Micropolveri in picchiata giovedì, l’ultima rilevata dalle quattro centraline Arpa della città. È stato il meteo, la pioggia soprattutto, a interrompere la spirale di inquinamento dell’aria che da settimane incombeva su Mantova. Ma non basta per annullare il blocco del traffico per i veicoli più inquinanti: resterà in vigore fino a quando non si realizzeranno almeno dieci giorni continuativi di valori del pm10 sotto la soglia dei 50 microgrammi per metro cubo.

Mercoledì le polveri sottili, grazie alla pioggia, si sono dimezzate, anche se in tre casi su quattro sono rimaste oltre il limite: via Ariosto 47, piazzale Gramsci 64, Sant'Agnese 56, Tridolino 69. Ieri l’ulteriore crollo: in via Ariosto e a Tridolino le micropolveri sono scese a 21, in piazzale Gramsci e Sant’Agnese a 19. Il rischio di un blocco totale del traffico o delle targhe alterne sembra al momento scongiurato. Per ora il blocco riguarda i veicoli Euro 3 diesel (senza filtro antiparticolato) è in vigore dalle 8.30 alle 18 (dalle 7.30 alle 10 per quelli a uso commerciale) e si aggiunge a quello per Euro 0 a benzina ed Euro 0, 1 e 2 a diesel (ore 7.30-19.30).

Video del giorno

Viareggio, l'irruzione dei Nocs nella casa dell'uomo armato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi