EduCare Day: i risparmiatori a lezione in Bnl

Le banche provano a correre ai ripari: una coferenza-corso sui titoli su cui investire

MANTOVA. Le banche, almeno quelle più serie, corrono ai ripari dopo la vicenda delle centinaia di risparmiatori rimasti invischiati nella vicenda delle obbligazioni subordinate. Titoli ad altissimo rischio che venivano offerti dagli istituti di credito come opportunità di investimento a clienti poco informati, come nel caso del mezzo milione di obbligazioni subordinate rifilate da Carife a una coppia di imprenditori dell’hinterland di cui il nostro quotidiano ha riferito lunedì 8 febbraio.

La Bnl ha organizzato per oggi un “EduCare Day”, giornata che la banca, nelle sue quattrocento sedi sul territorio nazionale, dedica, spiega una nota, «all’educazione economico-finanziaria per sensibilizzare individui, famiglie, professionisti e imprenditori ai temi dell’economia e della finanza e aiutarli ad essere sempre più informati, consapevoli e responsabili nelle scelte di risparmio e investimento, personali e professionali». Il momento non poteva essere migliore.

Alle 17 del 10 febbraio clienti e non solo attesi nelle agenzie di piazza Cavallotti, in città, e di piazzale Resistenza a Castiglione delle Stiviere per brevi incontri di consulenza intitolati "Investire consapevolmente", tenuti dagli esperti della banca su risparmio, mercati finanziari, investimenti e diversificazione dei portafogli. «Gli incontri non hanno finalità commerciali» tiene a precisare una nota.

Iniziative arrivano anche dal mondo politico. Il neo costituito comitato “Terra nostra, Italiani con Giorgia Meloni” sta preparando «azioni concrete, sia sul piano politico che giudiziario, per tutelare i tanti "truffati" della Cassa di Risparmio di Ferrara – dice il referente del comitato, Salvatore Scalia – per ottenere il risarcimento integrale delle somme investite in azioni e obbligazioni subordinate. Per chi volesse informazioni può contattarci scrivendo a terranostra.mantova@gmail.com o chiamando il 392.3843924».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi