La città sorride sulla cupola persa

A Moglia si rievoca l’Antico Egitto tra la pioggia di coriandoli. Il mito del Far West a Pegognaga

SUZZARA. Grazie alla bella giornata di sole e ad un clima primaverile, ieri si sono svolte, dopo due rinvii per maltempo, le grandi feste di carnevale a Suzzara con l'associazione I Contagiosi e a Moglia con la pro loco Coppini. La città del Premio è stata invasa da 5mila persone che hanno gremito piazza Castello e piazza Garibaldi. Il punto di ritrovo di carri e gruppi mascherati era fissato al parcheggio del superstore Conad di viale Virgilio. La Street Parade è partita alle 15. La festa si è svolta in varie zone del centro storico tra animazioni, burattini con distribuzione di gnocco fritto e dolciumi a cura della Pro loco. Il corteo ha attraversato anche via Cadorna per regalare un momento di allegria agli ospiti della casa di riposo Boni.

Tra i gruppi mascherati di maggior effetto c'erano 200 bambini della scuola dell'infanzia e della scuola primaria dell'associazione Il Milione che indossavano costumi stile Emotions i classici faccini che accompagnano gli sms sul telefonino, e, a seguire Masha e l'Orso.

Tra i carri allegorici è stato premiato quello dei Pirati del comitato Riva per Riva. Bello e divertente anche il carro Grease de I Contagiosi, quello della scuola materna Rosa Agazzi con i bimbi sul trenino de “Il Pranzo è servito” e i Rottam's che hanno ricevuto un premio speciale per l'originalità, con il gruppo “Le api operaie” preceduto da parroco e chierichetti, mente gli operai hanno portato in spalla un'imitazione della cupola della chiesa dell’Immacolata, demolita dopo il terremoto, che ha fatto tanto discutere il paese.

Per le strade di Suzzara si è aggirato anche Darth Fener, il sinistro personaggio della saga Star Wars che, vox populi, era impersonato dal sindaco Ivan Ongari.

Festa grande anche a Moglia, con pioggia di coriandoli, stelle filanti, grazie alla pro loco e alle associazioni di volontariato con sfilata di carri per le vie centro e parata in piazza Libertà dove non è mancato un gruppo mascherato ispirato all'antico Egitto e quello allestito dai genitori dell'associazione Biancaneve. (m.p.)

 

PEGOGNAGA. Una giornata mite, soleggiata e una grande partecipazione di pubblico hanno sancito il successo della 65esima edizione del Carnevale dei Ragazzi di Pegognaga. La kermesse organizzata da Pro loco, parrocchia e Comune, ha suscitato momenti di allegria, in particolare la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati, ispirati al mondo dell'infanzia e ai temi di attualità. La festa, iniziata nel primo pomeriggio e presentata da Silvia Scarduelli, è stata vivacizzata dalla partecipazione del gruppo folcloristico dei Musici e sbandieratori di Merlara. Il primo premio della giuria è stato assegnato al carro allegorico "Il Farwest" realizzato dalle prime tre classi delle elementari di Pegognaga, per l'elaborazione allegorica e la cura dei costumi. Il carro premiato dalle cartoline voto del pubblico è stato "Dame e Cavalieri" allestito dalla scuola dell'infanzia. Segnalato per il tema è stato il carro "Hotel Transylvania" delle classi IV e V elementare e il carro "Pronto Intervento" allestito dalla famiglia Cavicchioli. Segnalati per i costumi e la performance durante la sfilata, sono stati i gruppi mascherati "I Minios" di Luzzara; "Stanlio e Ollio" di Pegognaga; "Greese" delle classi prima media; "Il faraone e le figlie di Anubi" della scuola primaria di Gonzaga; un premio particolare per le mascherine "Flavia e l'ape Maja". Al termine della sfilata in piazza Matteotti esibizione degli sbandieratori e intrattenimento musicale con Silvia Scarduelli e Maurizio Serafini, nonché le premiazioni. (v.n.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omnia Mantova - In piazza Gasometro l'archeologia è industriale

La guida allo shopping del Gruppo Gedi