Tutte le Mantua del mondo, dalla più famosa cubana alla sperduta canadese

Il cartello di Mantua Ohio, dove è esplicito il riferimento a Mantova

Quanto è conosciuta la nostra città all'estero? Di sicuro ci sono una decina di posti nel Nord America per cui il nostro nome è molto famigliare. Nell'Ohio Mantova è persino "una famosa città italiana" che ha dato il nome al paese. Non c'è solo la Mantua cubana insomma

MANTOVA. “Mantova, è una cittadina del nord Italia, vicino a Verona. Non lontano da Milano e Venezia”. Alzi la mano il mantovano che non ha mai pronunciato questa frase. Chi ha avuto a che fare con stranieri, all’estero o semplicemente lontano dai nostri cari laghi, almeno una volta nella vita è stato costretto a deviare l’attenzione sulle città vicine, prossime e non solo, più grandi e famose.

Ecco dove si trovano tutte le Mantua del mondo

Questo 2016 da capitale italiana della cultura potrebbe cambiare qualcosa. Speriamo. Non è scontato per una città che per quanto gioiello rimane piccola, piccola.

Eppure ci sono luoghi distanti migliaia di chilometri in cui Mantova è addirittura considerata “una famosa città italiana”, come Mantua, Ohio, paese del midwest statunitense. È una delle “figliole” più importanti negli Stati Uniti, dove si contano un paio di comuni, alcuni paesi, un piccolissimo borgo, un quartiere e persino una baia. E non solo gli Stati Uniti hanno reso omaggio alla nostra città “clonandola”. A batterli sul tempo sono stati gli eterni rivali, ora amici ritrovati, cubani.

E la storia della Mantova cubana merita davvero di essere raccontata, ancora una volta. Nel 1605 infatti nella parte nord ovest dell’isola caraibica un gruppo di marinai italiani, originari di Genova e Venezia, a bordo del brigantino Mantua, furono scambiati per pirati e osteggiati dalla marina britannica. Naufragarono da quelle parti e fondarono proprio Mantua. La storia si mischia alla leggenda, documenti non ne esistono. C’è chi assicura che si fermarono sulla spiaggia. Chi dice che entrarono verso l’interno. Chi è certo che il nome derivi dal brigantino. Chi è convinto sia dovuto direttamente alla città. Impossibile dirimere la questione. Fatto sta che nel 1866 la città diventò comune (il sito ufficiale del comune).

Uno dei cartelli d'ingresso alla Mantua di Cuba

Comune che conta oltre 26mila abitanti e annovera anche una frazione che si affaccia sull’Oceano: Arroyos de Mantua, pronta a dar ragione a coloro che propendono per la versione della storia in cui i marinai "finti pirati" si fermarono in spiaggia. Il primo insediamento della Mantua cubana peraltro è considerato monumento nazionale e la cittadina è diventata famosa grazie al libro Mantua en Cuba, entre la Historia y la Leyenda dello storico Henrique Pertierra Serra.

Una strada della Mantua di Cuba

Riattraversiamo il Golfo del Messico e riportiamoci nell’Ohio. Qui, non distante da Cleveland, la città di Mantua si è divisa dal “comune” (la Township) con lo stesso nome nel 1993. A battezzarla nel segno della città dei Gonzaga fu John Leavitt, uno dei primi coloni dell’Ohio. Negli Stati Uniti il piccolo centro, poco più di mille abitanti, è famoso per aver dato i natali a Jack Lambert, una leggenda del football americano, tra i più grandi difensori di sempre e vincitore di quattro Super Bowl con i Pittsburgh Steelers.

Lambert non ha dovuto spostarsi molto per celebrare il suo ingresso nella Hall of Fame della palla ovale, che si erge ad Akron, pochi chilometri ad ovest. Al suo interno Mantua ha anche un parco naturale. La township di Mantua (questo il sito ufficiale del "comune") dal canto suo conta 4600 abitanti ed è a nord ovest del paese.

Il logo della polizia del "comune" di Mantua nel New Jersey

Mantua dell’Ohio non è l’unica township a stelle e strisce. Un’altra infatti si trova nel New Jersey (il sito ufficiale), molto vicino a Philadelphia, separata solo dal fiume Delaware, dove confluiscono le acque della baia Mantua. Questa è formata proprio dal torrente Mantua che attraversa il “comune”. È un po’ più grande rispetto al cugino dell'Ohio, con i suoi circa 15mila abitanti.

Il cartello della Mantua Avenue a Philadelphia, nel cuore del quartiere Mantua

E proprio nella città dell’amore fraterno troviamo un quartiere con il nome della nostra città. Zona difficile in passato, quella intorno alla Mantua Avenue a ovest della metropoli. Solo ultimamente, grazie all’espandersi della città universitaria, sta registrando un miglioramento grazie al trasferirsi lì di molti studenti della Drexel University e della University of Pennsylvania (qui la storia - in inglese - della Mantua, prima Mantuaville, di Philadelphia).

Il cartello di Mantua in Virginia

Altra grande città che ha una Mantova nei paraggi è Washington. In Virginia, nel circondario della capitale, troviamo infatti una Mantua da 7mila abitanti (qui il sito dell'associazione dei cittadini). Una zona residenziale costruita principalmente tra gli anni Cinquanta e Ottanta del secolo scorso, per chi lavora negli uffici del District of Columbia. Tra tante villette del suburb spunta anche il Mantua Park per rilassarsi, a nord. Pentagono e Casa Bianca sono davvero a una manciata di minuti di treno.

L'ufficio postale dismesso di Mantua nell'Alabama

Nel nostro viaggio alla scoperta delle “figlie” di Mantova nel mondo c’è anche il sud degli Stati Uniti. La Mantua dell’Alabama però è poco più che un borgo immerso nel verde, così come i villaggi nella Monroe County nell’Iowa e nella Baltimore County nel Maryland. Quest’ultima sorge nelle aree verdi ai confini dell’area metropolitana della città della East Coast. Lo stesso può dirsi della Mantua canadese, nella Nuova Scozia, poche case davvero.

Un'immagine della Mantua dello Utah tratta dalla pagina Facebook del paese

È poco più grande, ma ha la dignità di un paese, l’ultima Mantua che vi raccontiamo, la “nipotina” di Mantova. Il suo nome infatti non deriva direttamente dalla nostra città, bensì da Mantua, Ohio, che abbiamo incontrato all’inizio del nostro percorso. Il paese del Midwest diede i natali a Lorenzo Snow, leader della chiesa mormone e della comunità che fondò nello Utah, dove immigrarono in massa un gruppo di danesi. Con la “nonna” Mantova, il paese dello Utah (questa la pagina Facebook) ha in comune il lago che si distende al suo fianco. Tra le curiosità l’altissimo tasso di multe staccato dai suoi poliziotti che gli ha fatto meritare il soprannome di “speed trap”.

E con le curiosità non è ancora finita, visto che la pronuncia delle parenti mantovane nel mondo non sempre è quella che ci aspetteremmo. Questo articolo di mentalfloss.com specifica come le Mantua dell'Ohio e dello Utah vadano pronunciate in modo diverso dalla nostra.

La pronuncia standard conosciuta universalmente è quella che potete ascoltare qui sotto.

Mentre la trascrizione di quella americana per l'Ohio e lo Utah è raccontata nel pezzo di mentalfloss.com e ve la riportiamo qui sotto.

Ecco la diversa pronuncia segnalata da sito americano

E’ l’ultima tappa del nostro viaggio virtuale, da cui torniamo senza la certezza che gli abitanti di queste Mantua sappiano da dove deriva il nome dei loro paesi o quartieri. Chissà però che essere capitale della cultura non aiuti la nostra città a diventare davvero una “famosa città del Nord Italia”. E che i nostri nipoti non abbiano bisogno di specificare “vicino a Verona, non distante da Milano”.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Dalla Germania a Mantova pedalando sulle velomobili

La guida allo shopping del Gruppo Gedi