Taglio del nastro della nuova Riabilitazione

Asola. Questa mattina l’inaugurazione della sede di vicolo Chiuso nella palestra ex scuola media

ASOLA. L’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova e il Comune di Asola invitano la cittadinanza all’inaugurazione della nuova sede Cure Riabilitative-Ospedale di Asola, oggi alle 11.30 in via XXIV Maggio 8, praticamente l'ingresso di vicolo Chiuso 2, nella palestra della ex scuola media, precedentemente utilizzata dalla Croce Rossa Italiana sezione di Asola.

Dopo un breve ritardo burocratico, a febbraio il servizio è stato aperto al pubblico ed ora è in piena attività. La C.R.I., per il bene della comunità, pur di contribuire a trattenere il servizio in Asola, ha generosamente ceduto i suoi ambienti, traslocando in via Cremona in un'altra bella sede. Per accedere al nuovo reparto per attività di kinesiterapia e terapia fisica, fino al 2015 al 2° piano del centro commerciale Italmark, si transita attraverso il passo pedonale e carraio di vicolo Chiuso che si immette nel senso unico di via XXIV Maggio proveniente da piazza mercato, oppure si citofona dal cancello di piazza Diaz accanto al nuovo stabile socio-sanitario.

Gli orari d’apertura dell’attività di kinesiterapia sono dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 16.15, con una breve pausa dalle 12 alle 12.30. Le prenotazioni e le informazioni si ricevono da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13.30. All’interno della struttura lavora personale altamente qualificato: quattro fisioterapisti ( Elisa Cremaschini, Massimo Sabbadini, Daniela Piva e Sabrina Paghera) e due massoterapisti (Roberto Saccardi e Lucia Vignoni), tutti professionisti molto conosciuti sul vasto territorio di competenza, ma solo due di loro assunti a tempo pieno. Oltre al supporto amministrativo di Maria Cristina Fornasari, al servizio lavorano i medici dirigenti specialisti in fisiatria: Enrico Maestrini e Isabella Viapiana, il coordinatore funzionale dei fisioterapisti Roberto Orlandi, il responsabile clinico Francesco Ferraro, coordinatore infermieristico Annamaria Pegoraro e il responsabile di U.O. Fabio Pajola, una grande squadra che attraverso la professionalità è riuscita con ottimi risultati a evitare la temuta chiusura del reparto di fisioterapia dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST).

Antonella Goldoni

Video del giorno

Roma, Conte litiga con un contestatore: "Vada al banchetto della Lega e chieda dei 49 milioni"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi