Ecco i trentasei orti sociali di Borgo Virgilio

Il rullo spiana la strada per gli orti sociali di Borgo Virgilio

Un’area didattica riservata alle scuole, un'altra per le associazioni, i lotti per i cittadini e una zona pic-nic: ultimi ritocchi, poi l'inagurazione a giugno

BORGO VIRGILIO. Un’area didattica riservata alle scuole, un’altra per le associazioni, i lotti per i cittadini che hanno presentato domanda, una zona pic-nic che verrà attrezzata con panche e tavoli. Al centro una passerella senza barriere architettoniche, per permettere l’accesso alle persone disabili.

Sono terminati i lavori per la realizzazione dei trentasei orti sociali di Borgo Virgilio, a fianco della scuola materna Cerese 2. Mancano soltanto gli ultimi interventi, dopodiché il terreno potrà cominciare ad essere lavorato, coltivato, vissuto. In questi giorni verrà sistemata la recinzione, verranno posizionate panchine e tavoli, oltre ad una fontanella, e posizionate compostiere e cassette per gli attrezzi. L’inaugurazione è in programma per giugno.

«C’è stata una grande attenzione al progetto da parte dei cittadini, in particolare anziani e persone non occupate, ma anche scuole, con la partecipazione dei due istituti comprensivi - ricorda il sindaco Alessandro Beduschi - finalmente gli orti prenderanno vita. L’obiettivo del progetto era fin dall’inizio, soprattutto quello di fare riscoprire la vocazione di questo territorio, l’amore per la terra. La speranza è che i nostri orti diventino anche un luogo di incontro, anche grazie all’aiuto che ci è stato offerto dagli agricoltori».

Nel frattempo, sempre in tema di agricoltura naturale, proseguono gli incontri di “Terra di Virgilio”, per favorire la conoscenza di modalità di produzione capaci di rispettare l’ambiente in tutta la filiera agro-alimentare, sostenere la cura della naturalità dei cibi e promuovere comportamenti responsabili su come mangiare.

Video del giorno

Mantova-Renate, soddisfatto mister Lauro: "Buona prova dei miei"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi