Vandali al cimitero: rompono i marmi

I marmi di alcuni loculi sono stati rotti, altri sono stati aperti, lapidi prese a martellate e i fiori che erano all'interno delle cappelle sono stati gettati fuori

PORTO. I marmi di alcuni loculi sono stati rotti, altri sono stati aperti, lapidi prese a martellate e i fiori che erano all'interno delle cappelle sono stati gettati fuori. Questa l'opera di qualche vandalo che ha preso di mira il cimitero di Soave di Porto Mantovano nella notte di domenica, ed ora le opposizioni consiliari tornano a chiedere maggiore sicurezza per il territorio.

Lunedì mattina quando i primi cittadini sono andati al cimitero per un saluto ai propri cari si sono trovati davanti ai segni lasciati dagli atti vandalici. Il sindaco Massimo Salvarani è stato messo al corrente della situazione e ieri c'è stato un sopralluogo per la conta dei danni. Intanto la lista civica Voi per Porto si attiverà per avere risposte. «Chi profana un cimitero va condannato e basta - dichiara Claudio Freddi - a Porto la sicurezza e la prevenzione sono argomenti non particolarmente sentiti». (ele.car)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Operazione bomba sul Po: l'evacuazione questa mattina a Motteggiana e Borgoforte

La guida allo shopping del Gruppo Gedi