Primato lombardo: a Mantova il 60% della frutta prodotta

Sono 4.864 gli ettari coltivati a frutteto nel nostro territorio, sui 7.859 totali dell'intera regione. Questo dato pone Mantova al vertice della classifica regionale, davanti alla Valtellina

MANTOVA. Il miglior rimedio contro il caldo e l'afa che si sono abbattute sulla nostra provincia? Bere acqua, questo è ovvio. Ma anche mangiare tanta frutta. E Mantova si conferma territorio in cui la frutta è ben presente dato che, secondo i dati forniti da Coldiretti, quasi il 60% dei frutteti dell'intera regione Lombardia è concentrato nella nostra provincia. Sono 4.864 gli ettari coltivati a frutteto nel nostro territorio, sui 7.859 totali dell'intera regione. Questo dato pone Mantova al vertice della classifica regionale, davanti alla Valtellina, seconda con 1.132 ettari (il 14% del totale), a Pavia, terza con 556 ettari (il 7% del totale) e a Brescia, che può disporre di 544 ettari totali. Le altre province sono molto più lontane, con la vicina Cremona che si ferma a 397 ettari, Bergamo che non oltrepassa quota 195 ettari e Milano che è sotto i cento ettari (87 in totale). La grandissima estensione delle coltivazioni di frutta rende la nostra provincia la prima produttrice di numerose varietà di frutta.

I dati forniti da Coldiretti Mantova sono riferiti al 2014, ma quelli dello scorso anno non dovrebbero differenziarsi di molto. Spicchiamo naturalmente nel melone, con 2.116,21 ettari mantovani sui 2.249,90 ettari lombardi, nel cocomero, con 762,44 ettari sui 921,91 della regione, e nelle pesche, con 287,43 ettari sui 471,84 regionali.

Ma la nostra provincia è al vertice anche per quanto riguarda le ciliegie, con 35,73 ettari sui 102,65 lombardi, mentre nella coltivazione delle albicocche Mantova, che vede 16,7 ettari coltivati sui 47,5 totali, si inchina soltanto a Pavia, in vetta con 19,14 ettari. Domani, dalle otto del mattino alle 13, al mercato di Campagna Amica di Borgo Virgilio sarà possibile scoprire i segreti della pesca, con tutte le sue proprietà nutritive.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi