In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

I commercianti in crisi: «Sosta breve in piazza»

Petizione di quaranta negozianti per consentire ai clienti di parcheggiare. «Solo un’ora e mezza nei nostri orari di apertura per non penalizzare i residenti»

1 minuto di lettura

MANTOVA. La scelta di regolare il traffico tramite l'ausilio delle telecamere 24 ore su 24 in piazza 80° Fanteria se da un lato ha aiutato i residenti della zona a trovare facilmente posteggio, dall'altro ha attirato alcune lamentele da parte dei commercianti locali.

Il motivo principale è la sensibile riduzione delle visite da parte dei clienti nelle varie attività commerciali a causa dell'impossibilità di circolare all'interno della piazza. Questo forte disagio ha costretto alcuni negozi a chiudere e a spostarsi altrove.

Per cercare di trovare una soluzione, una quarantina di operatori economici della zona si è organizzata, firmando una petizione da sottoporre all'attenzione del sindaco. Nel documento allegato alle firme raccolte si suggerisce di rendere usufruibile lo spazio al centro della piazza nelle ore di apertura delle attività, senza togliere così la sosta delle auto dei residenti.

«Si potrebbe lasciare libera la circolazione dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 19, così i residenti non avrebbero problemi a trovare parcheggio a cavallo del pranzo e della cena. Basterebbe una sosta possibile per un massimo di un’ora e mezza per dare spazio ai clienti» spiega Davide Meschieri, titolare del bar Sossi.

Nella petizione vengono citate alcune attività e vie limitrofe abbandonate a loro stesse, come l’ex gelateria Mantovani, ancora in affitto, la Galleria San Maurizio completamente desolata e via Alberto Mario, divenuta zona di ritrovo per teppisti e gente poco raccomandabile. Gli operatori hanno evidenziato anche le numerose scritte di “Affittasi” e “Vendesi” affisse sulle vetrate degli uffici e delle vie vicino alla piazza: il segno che la zona si è lentamente spenta.

I commercianti propongono di regolare il traffico attraverso un impianto di semafori in modo tale da aumentare il flusso dei clienti nelle attività della piazza. Tutto ciò porterebbe ad una ripresa delle attività e ad un aumento degli investimenti da parte di altri commercianti.

Nella petizione, si parla anche del degrado di questa zona, causato da gruppi di ubriachi davanti al supermercato Carrefour. Anche in questo caso, l’afflusso dei clienti e la presenza dal mattino alla sera degli operatori economici innalzerebbero il livello di sicurezza della zona.

Nella petizione si richiede un incontro con il sindaco in modo tale da spiegare le proposte dei commercianti che potrebbero rilanciare la vita economica e sociale del quartiere attorno a piazza 80° Fanteria.

«Per ora siamo ancora in attesa di una risposta dal sindaco, speriamo possa accogliere le nostre proposte. L’importante è trovare una soluzione che possa mettere d’accordo sia i residenti che i commercianti» dice il titolare del bar Sossi.

Giulia Danielli

I commenti dei lettori