Il Cred per i bimbi? Lo paga l’azienda

Immagine d'archivio

Le nove imprese di EuGenio offrono un voucher di 110 euro. Dipendenti gratis anche dall’avvocato e dal commercialista

MANTOVA. Scuole chiuse, nonni in ferie e la lunga estate davanti, un’assolata teoria di mattine e pomeriggi da riempire. «E i bambini a chi li lascio?»: ogni anno l’interrogativo interviene a velare i pensieri dei genitori che lavorano, quelli che, esaurite le vacanze, devono industriarsi per collocare i propri figli. A dar sollievo a 2.300 di loro ecco la rete di EuGenio, il progetto dedicato alla conciliazione vita-lavoro dei dipendenti che per il secondo anno consecutivo offre i summer voucher, un contributo (massimo) di 110 euro per l’iscrizione dei figli ai Cred, i centri ricreativi dove i bimbi stanno insieme declinando al plurale l’estate senza scuola.

Passo indietro: larga nove aziende, la rete di EuGenio è stata annodata nel perimetro del piano territoriale di conciliazione della provincia di Mantova. Detto altrimenti, pubblico e privato si sono alleati per testare un welfare inter-aziendale. I soldi ce li ha messi la Regione attraverso l’Ats Val Padana (già Asl), 55mila euro da spendere entro il 2016, mentre la regia istituzionale è affidata a Borgo Virgilio, in rete con i Comune di Gazoldo degli Ippoliti e Castiglione delle Stiviere. Coordinate dalla società Variazioni, ecco le nove aziende che hanno aderito a EuGenio: Atelier Emé, Messaggerie del Garda, Copiaincolla.Com, Corneliani, Lubiam, Novellini, Re.le.vi, Thun Logistics e A&T Europe (new entry da qualche mese). Esaurito il contributo pubblico, l’intenzione è quella di dare continuità al progetto, facendolo camminare sulle gambe delle aziende.

Compressa in una pillola, la filosofia su cui il progetto si regge è che un dipendente soddisfatto, in equilibrio sul filo teso tra vita e lavoro, sarà anche più produttivo e, grazie alla condivisione delle buone pratiche di ciascuna azienda, ne beneficerà il territorio tutto. Così anche attraverso i voucher consulenza, novità recente di EuGenio: se io dipendente avessi bisogno di un avvocato, perché magari mi sto separando, oppure di un consulente finanziario che mi dia qualche dritta sul mutuo per la casa, o di un commercialista che mi verifichi la posizione contributiva, potrei scegliere un professionista accreditato dall’elenco messo insieme dal Comune di Borgo Virgilio. I vantaggi? Primo incontro gratuito, secondo rimborsabile attraverso i voucher consulenza di cui sopra, tariffario calmierato dal terzo in poi.

A completare l’offerta di EuGenio, il catalogo convenzioni riservato a tutti i 2.300 dipendenti della rete, un elenco condiviso di fornitori del territorio dai quali ottenere prezzi di favore. Dal gommista al parrucchiere. Anche questo è welfare. (ig.cip)

 

Video del giorno

Omnia Mantova - Nella casa intatta di Osanna Andreasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi