Ansia tra gli insegnanti: non sanno ancora dove lavoreranno

I telefoni dei sindacalisti della scuola sono particolarmente attivi. Perché se i presidi e gli uffici amministrativi delle scuole hanno il problema di pubblicare in tempi rapidi le disponibilità...

I telefoni dei sindacalisti della scuola sono particolarmente attivi. Perché se i presidi e gli uffici amministrativi delle scuole hanno il problema di pubblicare in tempi rapidi le disponibilità di posti, gli interessati, tutti insegnanti di ruolo, sono altrettanto ansiosi di capire dove andranno a lavorare in settembre. Ma fino a quando le scuole non pubblicheranno i bandi, agli insegnanti non rimane altro che restare in attesa. «Ci chiamano per avere informazioni o per scrivere il curriculum da inviare alle scuole – spiega ad esempio il segretario dello Snals, Tino Russo – Purtroppo sarà un’estate d’attesa, il meccanismo è scattato troppo tardi e a ridosso delle scadenze. Da un lato ci sono i dirigenti alle prese con una tempistica non adeguata e dall’altra gli insegnanti in ansiosa attesa. Una confusione che non avrà buone ricadute sull’utenza».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi