Ubriaco vuole bere ancora e prende a schiaffi il barista

Ingiurie e botte dopo il no del barista a servirgli altri alcolici: arriva la volante

CURTATONE (Boschetto). Voleva bere ancora, sebbene già abbondantemente ubriaco. E insisteva per avere l’ultimo bicchiere. Al "no" fermo del barista, tenuto per legge a non servire alcol a chi è in stato di ebbrezza, ha opposto ingiurie, bestemmie e alla fine anche l’uso delle mani. È finito a schiaffi, martedì 9 poco dopo le dieci di sera al Cico’s pub del Boschetto (Curtatone), alla prima periferia della città, il contrasto tra un avventore molesto e il barista. L’uomo s’è allontanato prima che arrivasse la pattuglia della squadra volante ma è stato comunque identificato. È possibile che il gestore del locale, colpito da due schiaffi, decida di querelarlo.

Altro episodio provocato da avventore molesto in un locale pubblico è accaduto mezz’ora prima nel quartiere di Te Brunetti, in via Semeghini, al bar Snoopy. Anche in questo caso di tratta di un ubriaco, un bulletto di 28 anni processato di recente per aver rapinato del cellulare un coetaneo. Ubriaco, il giovane ha tentato con insistenza di avere una birra, al punto che il barista è stato costretto a chiamare la polizia. Gli agenti della volante lo hanno allontanato.

Video del giorno

Omnia Mantova - Nella casa intatta di Osanna Andreasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi