L’annuncio di Carra: «Lavori al ponte dal 2018»

Il deputato anticipa: disponibili venti milioni per il cantiere. «Si farà la seconda corsia. Conferme da Anas e ministero delle Infrastrutture»

REVERE. La tanto attesa riqualificazione con l’allargamento del ponte sul Po fra Ostiglia e Revere potrebbe essere in arrivo. Ad annunciarlo il deputato Marco Carra (Pd), che ieri (sabato 8 ottobre) ha convocato una conferenza stampa nei pressi dell’infrastruttura con i sindaci di Revere, Sergio Faioni, di Ostiglia, Valerio Primavori, e il vicepresidente della Provincia, Alberto Borsari.

«Ho avuto nei giorni scorsi interlocuzioni con il gabinetto del ministro delle infrastrutture Graziano Delrio e con l’Anas – ha detto Carra –. Entrambi hanno confermato che nell’aggiornamento del Contratto di programma tra Anas e Ministero sono stati inseriti i 20 milioni necessari per la riqualificazione del ponte sul Po fra Revere ed Ostiglia».

Il testo scritto dell’intesa non è ancora stato reso noto, ma l’anticipazione fornita da Carra è circostanziata: «La possibile cantierabilità è stata indicata nell’annualità 2018», spiega l’onorevole, che ha seguito l’iter e il percorso della vicenda e tenuto i contatti con il ministero di Delrio. «La cifra indicata non è casuale. Ricalca il costo che lo studio commissionato dall’Anas aveva stimato necessario per trasformare l’ex sedime ferroviario inutilizzato in seconda corsia stradale».

«Un risultato molto importante - ha spiegato Carra -, frutto di un gioco di squadra che va avanti da tempo con i sindaci di Ostiglia e Revere e con l’amministrazione provinciale. Un impegno che continua, a prescindere dalle campagne elettorali, perché questa infrastruttura è necessaria a tutto il territorio e sarà seguita costantemente, per raggiungere l’obiettivo della futura riqualificazione della struttura stessa e proseguire nell’iter della progettazione».

Sergio Faioni, sindaco di Revere, aggiunge: «Questo risultato va a beneficio di tutti e noi non abbassiamo l’attenzione». Valerio Primavori, sindaco di Ostiglia: «Siamo uniti in questa battaglia e continuiamo a lavorare per veder concretizzato un obiettivo che garantirebbe respiro alla viabilità essendo questo un nodo strategico del collegamento nord-sud». Alberto Borsari, vicepresidente della Provincia: «Il tema del ponte di Revere faceva parte delle priorità della nostra campagna elettorale, ma proprio in questi giorni abbiamo fatto il punto con tutti i sindaci del Destra Secchia, per confermare l’impegno di tutti su questo fronte, perché non è certo un problema che riguarda solo i paesi rivieraschi». Gli amministratori locali hanno ringraziato per l’impegno, e questo primo risultato importante raggiunto dopo anni di attesa.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omnia Mantova - Nella casa intatta di Osanna Andreasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi