Fuga di gas: sei intossicati. Grave una pensionata

Camera iperbarica

Allarme monossido di carbonio in una palazzina: caldaia sotto accusa. In ospedale finiscono anche tre condomini e due soccorritori dell’ambulanza

SUZZARA. Sei intossicati dal monossido di carbonio in una palazzina di Suzzara. Sotto accusa il cattivo funzionamento di un impianto di riscaldamento. In ospedale sono finiti una pensionata 70enne, trasferita con urgenza alla camera iperbarica dell’ospedale di Villafranca (Vr), tre condomini che vivono nello stessa palazzina di via Galimberti, composta da quattro appartamenti, e due operatori dell’ambulanza che per primi hanno prestato soccorso. L’anziana è la più grave: in seguito all’intossicazione ha avuto uno scompenso cardiaco. Conseguenze lievi per le altre cinque persone: per loro solo alcune ore di ossigenoterapia al pronto soccorso del Poma.

L’allarme è stato lanciato intorno alle 16 dalla pensionata, dall’appartamento del quale si presume siano scaturite le esalazioni di monossido. La donna ha chiesto aiuto ad un vicino di casa perché aveva un forte dolore al torace. Immediata la telefonata al 118, perché si temeva l’infarto. E in effetti l’anziana – è stato accertato successivamente in ospedale – aveva avuto una complicanza cardiologica dopo aver respirato il monossido. All’arrivo della prima ambulanza gli operatori del soccorso hanno subito prestato assistenza alla 70enne, ma evidentemente durante quei minuti hanno respirato anche loro, seppure in piccole dosi, il gas velenoso. Lo stesso è accaduto aad ltri tre condomini, due donne e un uomo.

A quel punto è stato lanciato l’allarme anche ai vigili del fuoco di Suzzara, che si sono portati in via Duccio Galimberti con una squadra. Nel frattempo, più ambulanze sono partite alla volta dell’ospedale di Mantova. L’anziana è stata subito trasferita in camera iperbarica. Per gli altri cinque solo qualche ora di ossigenazione. Ai vigili del fuoco il compito di stabilire le cause della fuoriuscita di gas, anche se da una prima verifica pare proprio che la colpa sia da attribure al difetto in una caldaia.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi