All’età di 102 anni si è spenta Maì, la decana del paese

Tre generazioni hanno salutato Maria Bergamaschi, che fino a 99 anni è stata completamente autonoma

ASOLA. Circondata dall’affetto della sua numerosa famiglia composta da tre generazioni, si è spenta all’età di 102 anni Maria Bergamaschi (Maì), vedova Bosio. La signora Maria viveva nella stessa abitazione del figlio Luigi, con la nuora Clara, il nipote Roberto ed i suoi figli in località Mantovano di Asola. L’altra figlia, Carla con la rispettiva famiglia e gli altri parenti abitano a poca distanza.

Fino a 99 anni - ci raccontano i famigliari - Maria era del tutto autonoma. Poi un ictus l’ha costretta alla carrozzina, ma solo nell’ultimo anno ha avuto il tracollo. È sempre stata una donna piena di forza e determinazione. Rimasta orfana di madre a otto anni, ha affrontato molte difficoltà e fatiche. Poi dopo il matrimonio con Carlo Bosio, sarto, la sua vita ha cominciato a raggiungere una maggiore tranquillità. Maria aiutava il marito nella sartoria, si occupava della casa, dei figli e anche del loro appezzamento di terra.

La veglia funebre si terrà martedì alle 20.30, mentre i funerali avranno luogo mercoledì alle 9.30 partendo da via Strada San Silvestro Mantovano n. 11, per la Cattedrale di sant’Andrea ed il cimitero locale.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

In piazza con i fan degli Zen Circus: «Mantova promossa per location e programma»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi