Huntsman, cessione entro l’anno

L'ingresso alla Huntsman

Entra nel vivo l’intesa con Innospec. Riccio (Ugl): stiamo in guardia

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. L’accordo per la cessione dello stabilimento di Castiglione dalla Huntsman alla Innospec sta entrando nel vivo. Dopo la preintesa fra i due colossi chimici americani resa nota la scorsa estate, entro l’anno si arriverà alla firma del vero e proprio contratto di cessione e partnership con il quale i due ex concorrenti inizieranno una strada di non competizione e di sinergia reciproca per ora fissata in 5 anni. A spiegarlo Renato Riccio, segretario provinciale dell’Ugl (Unione generale del lavoro), un’esperienza da dirigente nazionale accanto a Renata Polverini a Roma e da vent’anni rappresentante sindacale proprio alla Huntsman, del quale è stato il più votato nelle ultime elezioni Rsu. «La riorganizzazione della Huntsman e l’accordo di vendita delle quote ad Innospec – spiega –, hanno in parte ridisegnato gli scenari futuri. Sono state però fornite concrete garanzie sul mantenimento dei contratti di vendita in essere, del portafoglio clienti e dei 144 dipendenti, anche se ovviamente come sindacati non abbassiamo la guardia. La procedura della cessione di quote sarà definita entro l’anno. Da lì in avanti ci chiameremo Innospec, cambiando la targa all’ingresso, ma mantenendo le caratteristiche attuali, mentre le due società per 5 anni garantiranno un accordo di reciproca non concorrenza».

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ponte di San Benedetto Po: lo stato dei lavori in agosto, visto dal drone

La guida allo shopping del Gruppo Gedi