I candidati al Virgilio d’Oro sono tredici

Tra i papabili un poliziotto, la direttrice di Vogue, il batterista di Celentano e il cercatore di caduti

MANTOVA. Sono tredici i candidati all’Edicola di Virgilio d’oro, la benemerenza civica istituita dal Comune di Mantova che verrà consegnata, a metà dicembre, nel corso di una cerimonia pubblica nell’aula consiliare.

Tra gli aspiranti benemeriti (tutti originari di Mantova o della provincia che hanno dato lustro al Mantovano con la loro opera) figurano tre musicisti, un medico, un pittore, un agente della Polizia di Stato, due volontari di associazioni, un artigiano, un ex parlamentare. Due anche i premi proposti alla memoria. Ieri la presidenza del consiglio comunale ha inviato al sindaco Mattia Palazzi l’elenco dei candidati; la settimana prossima l’ufficio di presidenza, formato dal presidente Massimo Allegretti e dai due vice Maddalena Portioli (lista civica gialla) e Tommaso Tonelli (Cinquestelle), si riunirà per proporre al sindaco la terna dei benemeriti.

Tra i candidati figurano nomi «pesanti», molto noti a livello nazionale e oltre. Ci sono, infatti, Franca Sozzani, direttore responsabile di Vogue Italia e il batterista Gianni Dall’Aglio che ha accompagnato Celentano e Mina durante una carriera impareggiabile. Tra i papabili ci sono altri due candidati forti: Marco Ceccarini, sottufficiale della Polizia di Stato impegnato nei corsi di difesa personale per le donne e Domenico Morandi, presidente dell’associazione che da anni sta rintracciando e recuperando i caduti italiani durante la campagna di Russia nella seconda guerra mondiale.

L’edicola d’oro di Virgilio dovrebbe essere un affare tra questi quattro candidati (le benemerenze saranno tre). Possibili outsider potrebbero essere Renato Bottura, geriatra all’istituto Mazzali, il musicista Stefano Gueresi e il pittore Luigi Desiderati. Più distanziati, nei pronostici della vigilia, gli altri candidati: Alessandro Martini, membro dell’associazione che lotta contro la Sla, la sclerosi laterale amiotrofica, e animatore delle diverse iniziative a favore dell’ex calciatore Marco Sguaitzer colpito dalla malattia; May Chau Conta, direttrice dell’Accademia di arti e lingue di Hong Kong fondata con il marito Ugo Conta, musicista e ristoratore, il calzolaio di via Orefici Petrit Kozeli, albanese e da tempo trapiantato a Mantova, l’ex senatore ai tempi della Dc Carlo Grazioli che fu anche nel consiglio di amministrazione della Rai e sindaco di Rodigo.

Sono stati anche proposti due riconoscimenti alla memoria. I candidati sono Sergio Cordibella, ex politico e fondatore del Centro internazionale di arte e cultura di Palazzo Te, morto qualche mese fa, e Attilio Lasagna, maestro di Boxe, scomparso nel 2008. (Sa.Mor.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il matrimonio di Paola Turci e Francesca Pascale: l'arrivo a Montalcino

La guida allo shopping del Gruppo Gedi