In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Sae ko dopo mezzo secolo. All’asta beni per 14 milioni

Un mese di tempo per presentare offerte per i beni dell’immobiliare Guernieri. Case, uffici, capannoni e terreni in città e in provincia. Dal 2017 giù il prezzo

1 minuto di lettura

MANTOVA. Una maxi-asta immobiliare per più di 14 milioni di euro. È quella fissata per il 20 dicembre alle 15 nella sede dell’istituto delle vendite giudiziarie Sovemo a San Giorgio. Verranno messi in vendita case, uffici e terreni che fanno parte del concordato preventivo liquidatorio di Sae Guernieri Marino di Guernieri Flavio e Ivano, una storica società operante nel settore immobiliare con sede a Mantova.

Quella di dicembre, dopo una serie di aste andate deserte, sarà l’ultima con il prezzo stabilito dalla perizia; dal 1° gennaio 2017 si andrà con i ribassi. In vendita ben 34 lotti che vanno da un immobile al grezzo con destinazione residenziale e uffici nella rodigina Castelmassa (1 milione112mila euro il prezzo fissato) ad un’area edificabile in via Ghisiolo a Mantova (3 milioni 101mila euro), da un’altra area edificabile in via Cadore sempre alla periferia di Mantova ( 1.496.400 euro), a immobili al grezzo con destinazione commerciale e residenziale a Suzzara in via Europa (2.943.050 euro), passando per una serie di appartamenti a Borgo Virgilio (in via Cervi e n via Bachelet), a Villimpenta e a Roncoferraro (dove c’è anche un’altra area edificabile valutata 904mila euro) e di villette a schiera a San Giorgio. Le offerte dovranno pervenire entro le 12 del 19 dicembre.

L’istanza di concordato preventivo liquidatorio senza continuità aziendale fu presentata dalla Sae nel marzo 2013 e accolta dal giudice Laura De Simone, che concesse l’omologa nel novembre successivo. Commissario giudiziale fu nominato Davide Bardini e commissario liquidatore Luigi Gualerzi. Il passivo concordatario della società ammontava a quasi 25 milioni e mezzo di euro, a fronte di un patrimonio immobiliare valutato in circa 15 milioni 300mila euro, da vendere, più altri 520mila euro di beni personali dei due soci, i fratelli Flavio e Ivano Guernieri residenti a Pontemerlano di Roncoferraro.

La società è stata costituita nel 1965 e ha operato a Mantova e nelle province limitrofe dimostrandosi una delle più attive nella costruzione e nella vendita di immobili residenziali, commerciali, industriali, agricoli e sportivi. Anch’essa è una delle vittime della crisi economica che dal 2008 ha travolto, in particolare, i settori edilizio e immobiliare. Case e negozi se ne vendevano sempre meno, l’esposizione bancaria aumentava e, in più, è arrivato anche il crollo di una società del gruppo, con cui Sae aveva partecipato ad iniziative immobiliari in provincia di Varese che le hanno fatto maturare un credito di 1,5 milioni di euro, ormai perduto. (Sa.Mor.)

I commenti dei lettori