Piano alberi: via alla piantumazione

Per vedere maturi i quaranta alberi piantati  sulla riva del lago a Belfiore ci vorranno 15-20 anni

MANTOVA. Ci vorranno 15-20 anni per vedere maturi i quaranta alberi piantati il 21 novembre sulla riva del lago a Belfiore. Si tratta di querce, ontani ed aceri campestri che, nati in vivaio, oggi hanno circa 5-7 anni e sono considerati particolarmente longevi (la quercia ad esempio ha un’aspettativa di vita di circa 500 anni). Le 40 nuove piante, inserite in un'area di circa 5mila metri quadrati, vanno a sostituire la ventina di alberi ( prevalentemente pioppi) caduta a causa dei fortunali della scorsa estate o smossa dai tecnici del servizio verde di Mantova Ambiente a causa dei danni subiti.

«Oltre all’abbattimento di una parte del patrimonio arboreo, per una questione di sicurezza, siamo intervenuti riducendo anche le chiome degli alberi per diminuire il rischio di cedimento» spiega Giorgio Grossi, responsabile verde pubblico di Mantova Ambiente. Questo primo intervento fa parte di un progetto ben più ampio, che in cinque anni prevede la messa a dimora di 1.400 nuove piante. Si prosegue sulla Costa Brava – 1.200 metri collegano il parco di Belfiore al chiosco La Zanzara – per un totale di circa 100 piante smosse o cadute e altre 150 potate.

«Per il 2017 abbiamo in programma di reimpiantare tutte le 350 piante sradicate nelle varie aree della città e poi procedere, nei successivi anni, al taglio e alla sostituzione di altri esemplari vetusti e problematici» conclude Grossi. Il progetto di rinnovo e riqualificazione del patrimonio arboreo del Comune di Mantova vede un investimento da parte dell’amministrazione di un milione e 150 mila euro.

I lavori riguarderanno zone verdi come i lungolaghi Mincio e Gonzaga, i parchi di via Torelli e Valletta di Belfiore, ma anche viali alberati come quello di Frassine e di Formigosa. (b.r.)

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi