Gli studenti contro l’Apam: «No alla sosta a Pegognaga»

Disagi sui pullman per i ragazzi di San Benedetto Po : "Rientriamo troppo tardi" . Il  ponte sul Po chiuso ai mezzi pesanti gioca un ruolo decisivo nella questione 

SAN BENEDETTO. Continuano i disagi con Apam per i ragazzi di San Benedetto Po. «Il problema è il ritorno con la linea 31- spiega Andrea Beltrami, dell’Isabella D’Este - Noi di San Benedetto dovremmo arrivare in via D’Annunzio alle 14.15 prendendo il bus alle 13.35 in viale Risorgimento invece giungiamo a destinazione alle 14.25, 14.30. E’ veramente tardi».

Il ponte sul Po chiuso ai mezzi pesanti gioca un ruolo decisivo nella questione e l’abbonamento di certi studenti che permette loro di viaggiare su tutte le linee a piacimento fa il resto. «La linea 31 arriva in ritardo- spiega Andrea- perché si ferma anche a Pegognaga.

Accade difatti che le linee che portano a Pegognaga sono due, la 30 e la 26. La prima percorre le strade ordinarie passando per Borgoforte e nessuno vuole prenderla, la seconda è sempre piena e col fatto che gli autobus non possono viaggiare in autostrada con persone in piedi fanno salire un numero di studenti che corrisponde ai posti a sedere.

Alcuni ragazzi salgono così sulla linea 31 e la fermata a Pegognaga è divenuta una sosta fissa». (b.r.)

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi