Casa distrutta dal botto, solidarietà alla famiglia

L'abitazione della famiglia di origine cinese distrutta dallo scoppio

Nello scoppio morì la madre, ora alloggio provvisorio per padre e figli. Ma il sindaco lancia un appello: se resteranno qui serve una soluzione stabile

QUISTELLO (Nuvolato). Provvedimenti di emergenza e solidarietà per la famiglia cinese di Nuvolato, colpita da una tragica esplosione in casa lo scorso 21 ottobre. L’esplosione era costata la vita a Liu Yinping, giovane di 36 anni e aveva distrutto la casa dove abitava la famiglia di origine cinese. La tragedia, ricordiamo, era avvenuta al mattino presto di venerdì 21 ottobre. Un forte scoppio, probabilmente una bombola di gas, aveva devastato la casa nella piccola frazione di Nuvolato: gli abitanti erano riusciti ad uscire dalla casa, ma la donna, che si trovava vicino alla fonte dell’esplosione, era apparsa subito in condizioni molto gravi. A nulla era servito il trasferimento in elicottero all’ospedale di Verona, dove la giovane madre era poi morta nel pomeriggio.

Il Comune di Quistello e un’associazione di solidarietà cinese di Mantova nei giorni successivi si erano attivati per cercare di sostenere la famiglia e, in particolare il marito e i figli della giovane vittima. Infatti, nell’esplosione dell’abitazione la famiglia aveva perso anche tutti i propri beni e - sembra - anche alcuni macchinari da maglieria che usavano per lavoro.

All’uomo è stato assegnato in via del tutto eccezionale nelle circostanze di emergenza un appartamento nel centro abitato di Quistello, dove attualmente la famiglia risiede. Ma il sindaco del paese, Luca Malavasi, ci ha precisato che si tratta di una situazione del tutto provvisoria e dettata da ragioni di solidarietà. Il Comune è rimasto sempre in contatto con l’associazione cinese di Mantova per sostenere la famiglia. Secondo quanto previsto l’uomo dovrebbe rientrare in Cina entro il 20 di questo mese, lasciando così l’appartamento. Ma dal Comune di Quistello si chiarisce che se dovesse rimanere anche dopo questa data si dovrà trovare in tempi brevi una soluzione alternativa dove alloggiarlo.

Giorgio Pinotti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi