In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Blue tongue, la provincia dichiarata libera dalla malattia

C’è un importante aggiornamento sulla Blue tongue (la cosiddetta “lingua blu”), la malattia che colpisce bovini ed ovini

1 minuto di lettura

MANTOVA. C’è un importante aggiornamento sulla Blue tongue (la cosiddetta “lingua blu”), la malattia che colpisce bovini ed ovini, di cui qualche settimana fa era stata rilevata la presenza in un allevamento di Ponti sul Mincio.

Il ministero della Salute, con una nota, ha dichiarato l’intera provincia di Mantova “territorio stagionalmente libero per la malattia”, a partire dal 19 dicembre e fino al prossimo 10 febbraio 2017, in base alle temperature degli ultimi cinque anni che ostacolano la proliferazione e la circolazione degli insetti vettori.

Come si legge nel documento del ministero della Salute, è ora possibile «la movimentazione dei capi sensibili dalle zone di restrizione del territorio nazionale e diretti verso le zone indenni anche ai soggetti non vaccinati per l’intero periodo stagionalmente libero da vettori».

Ciò significa che le movimentazioni di bovini e ovini dalla Z2 (zona di sorveglianza) alla Z3 (zona indenne) sono consentite, se riguardano animali in provenienza per l’appunto da territori dichiarati stagionalmente liberi.

E’ bene ricordare anche che la Z1 (zona di protezione), avendo validità mensile ed essendo stata istituita lo scorso 15 novembre, è ormai scaduta. Tale procedimento facilita dunque la movimentazione dei capi sensibili alla Blue tongue sul territorio nazionale.

I commenti dei lettori