Non si è tenuto i soldi dei bancomat: assolto ex vigilante

mantova. Era finito a processo con l’accusa d’aver sottratto, in più riprese, 41mila euro durante le operazioni di caricamento di due sportelli bancomat

MANTIOVA. Era finito a processo con l’accusa d’aver sottratto, in più riprese, 41mila euro durante le operazioni di caricamento di due sportelli bancomat: quello di Banca Intesa San Paolo di via Frattini e quello di Mps alla Marcegaglia di Gazoldo.

Pier Carlo Nicoli, 61 anni, ex guardia giurata del gruppo Battistolli, difeso dall’avvocato Giuseppe Barreca, è stato assolto per non aver commesso il fatto. A chiedere la sua assoluzione anche il pubblico ministero Elena Betteghella. La motivazione della sentenza sarà depositata tra sessanta giorni (a partire dal 22 dicembre): è il tempo che si è riservato il giudice Rosati.

A denunciarlo e poi a licenziarlo era stato il responsabile della Btv di Mantova del gruppo vicentino Battistolli, liberandosi in questo modo, secondo l’avvocato difensore, di un sindacalista scomodo. Il 22 dicembre mattina è stato sentito come testimone un collega che ha spiegato come avveniva il caricamento del contante negli sportelli bancomat.

Ogni guardia giurata aveva a disposizione una chiave e un codice. Con quelli potevano aprire gli sportelli e versare le banconote suddivise in mazzette. Gli ammanchi si sarebbero verificati in due casi e sempre quando era in servizio Carlo Nicoli. Ma l’ex vigilante non è mai stato ripreso dalle telecamere. C’è di più. Proprio il 22 dicembre mattina è stato chiarito che oltre alle chiavi tutti avrebbero potuto conoscere il codice segreto per aprire il bancomat. Un codice impostato sulla data di nascita di un altro dipendente che aveva il compito specifico di custodirlo insieme alle chiavi. Chiunque poteva arrivare a conoscere quei dati.

L’udienza si è conclusa con la richiesta dell’avvocato difensore di verificare se esistono gli estremi per un possibile reato di calunnia da parte del denunciante. (gol)

 

Video del giorno

La mostra dei trattori antichi a Castel Goffredo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi