In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Denunciato il tabaccaio, intascava i gratta e vinci

Con un lettore ottico e alcuni codici riusciva a trovare i tagliandi fortunati. Ha incassato qualche migliaia di euro. L’imbroglio scoperto dai Monopoli di Stato

1 minuto di lettura
(fotografia d'archivio) 

MOGLIA. Un tabaccaio di Moglia è stato denunciato con l'accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato dai carabinieri della stazione e dai colleghi della Polizia giudiziaria della Procura della Repubblica per essersi intascato i gratta e vinci vincenti, mettendo in vendita solo quelli perdenti.

R.R., titolare della tabaccheria di piazza Libertà 14, aveva trovato il modo per individuare i biglietti fortunati, ma dall'amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato che gestisce le lotterie cosidette istantanee si sono accorti della anomala situazione anche grazie all'errore compiuto dal titolare dell'esercizio, ovvero quello di aver intascato in poco tempo vincite per migliaia di euro. Così è stato mandato sul posto un carabiniere in borghese che ha smascherato la presunta truffa.

Lo scaltro tabaccaio, attraverso alcuni codici e l'utilizzo di un lettore ottico, sarebbe riuscito in anticipo a trovare i biglietti vincenti. Le vincite, che si aggirano a qualche migliaio di euro, sono state poste sotto sequestro. Il fatto è avvenuto il 31 dicembre scorso.

Quando i carabinieri di Moglia si sono presentati nella tabaccheria di piazza Libertà, sotto lo sguardo attonito dei clienti invitati ad uscire, hanno mostrato il mandato di perquisizione al titolare, dopodiché hanno sequestrato l'apparecchiatura della Lottomatica, tutti i tagliandi gratta e vinci, oltre ai registri di carico delle lotterie istantanee.

Le indagini sono tuttora i corso. Da alcuni giorni, e cioè da quando si è sparsa la notizia, a Moglia la gente non parla d'altro. Attualmente la tabaccheria non è più autorizzata a ricevere giocate del Lotto e nemmeno vendere tagliandi gratta e vinci. (m.p.)

I commenti dei lettori