In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Motorizzazioni in affanno: a Mantova il foglio rosa non arriva più

I presidenti provinciali di Unasca e Confarca che rappresentano le autoscuole chiedono al ministero di potenziare il personale

1 minuto di lettura

MANTOVA. Confronto a tre fra il deputato del Pd Marco Carra e i presidenti provinciali di Unasca e Confarca che rappresentano le autoscuole, rispettivamente Alberto Bondioli e Gianluca Muti. Scopo dell’incontro, sensibilizzare il deputato e sollecitare il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a potenziare il personale nelle Motorizzazioni civili, in affanno cronico con gravi ripercussione sulle autoscuole, con cui candidati e famiglie si rapportano direttamente.

Succede, ad esempio, che alla Motorizzazione civile di Mantova le pratiche presentate dalle autoscuole vengano visionate con tempi lunghissimi, e i candidati non riescano così a ottenere entro i sei mesi previsti dalla legge il foglio rosa per potersi esercitare nelle guide pratiche. Ci sono stati genitori di candidati che hanno denunciato i titolari di alcune autoscuole, chiedendo danni per migliaia di euro perché, a tre mesi dall’iscrizione, i loro figli non avevano ancora in mano il foglio rosa. Denunce che poi le autoscuole hanno “girato” alla Motorizzazione civile di Mantova. C’è poi anche la questione delle “foto conformi” che, sulla base di una circolare, devono essere inserite sul Portale dell’automobilista via Internet. Alcune pratiche, con tanto di fototessera, vengono respinte nonostante la foto del candidato sia stata autenticata dal Comune di residenza. Anche questa situazione paradossale allunga i tempi, costringendo a ripresentare la pratica ex novo. Pare che, in questo caso, siano stati riscontrati problemi al software del portale.

Oggi il responsabile della Motorizzazione civile di Mantova, Marco Carlin, ha convocato una riunione con le autoscuole e agenzie automobilistiche di tutta la provincia per affrontare tutti questi nodi. Intanto, Carra si impegnato a contattare i presidenti nazionali di Unasca e Confarca per un incontro con il ministro Graziano Delrio, per risolvere la situazione di tutte le motorizzazioni civili presenti sul territorio nazionale. Quella di Mantova, in cima alla lista. (m.p.)

I commenti dei lettori