Festa dei diplomati in stile college

La consegna degli attestati al Fermi: inno tricolore, lancio del tocco e premi

La consegna dei diplomi al Fermi in stile college

MANTOVA. Sorrisi, “tocchi”, strette di mano e tanta soddisfazione. Per l’istituto Enrico Fermi è diventata ormai una tradizione salutare i sui diplomati con una cerimonia in stile college Usa ed anche quest’anno il grande appuntamento per celebrare uno dei grandi traguardi della vita non è mancato. «I ragazzi e le loro famiglie aspettano con ansia questo momento arrivato, quest’anno, alla sua quinta edizione» dice il dirigente Daniele Morandini.

Sprizzavano gioia da tutti i pori i 180 ex studenti dell’Itis, indirizzo tecnico, che hanno sostenuto gli esami la scorsa estate e che ieri hanno ricevuto l’attestato indossando il tocco, il classico capello da laurea, ed una felpa blu con il logo dell’istituto. Presenti all’evento genitori e parenti, emozionati nel vedere i loro ragazzi ricevere quell’attestato che decreta il passaggio all’età adulta.

«È questa una delle grandi cerimonie della vita – commenta Morandini –. La maturità è un rito di passaggio, un rito iniziatico per un’intera generazione, una prova che lascia un segno indelebile. Sognate in grande – si raccomanda rivolgendosi ai festeggiati – e pensate sempre con la vostra testa. Leggete e mantenete una mente creativa ed indipendente».

Sono state consegnate anche sette borse di studio. Cinque da 200 euro sono state preparate dal Fermi per coloro che hanno concluso il quinquennio con il voto 100/100. A ricevere il premio sono stati: Ivan Berra, Maddalena Carra, Enrico Cuccia, Giada De Monte, Simone Solieri. Due poi le borse di studio da 1000 euro offerte dalle famiglie Begotti e Bartoli in ricordo di Gianfranco Begotti e Alessandro Bartoli.

A ritirarli rispettivamente Simone Solieri e Ivan Berra. A tutti gli alunni è stato regalato poi un power bank offerto dall’azienda Abaco Group. A preparare il discorso finale è stata Maddalena Carra. «I miei compagni di classe sono stati una seconda famiglia. Insieme abbiamo condiviso gioie e dispiaceri, ansie e successi. Le esperienze di questi anni ci hanno formato. Abbiamo avuto la fortuna di frequentare stage, percorsi di alternanza scuola lavoro, corsi di pittura e teatro e viaggi all’estero. Sono queste opportunità che ci hanno aiutato a crescere e a sviluppare le nostre abilità facendoci scoprire interessi che non sapevamo di avere. Il mio consiglio a chi si è appena iscritto a questa scuola e ai miei compagni? Essere sempre pronti ad accogliere iniziative e opportunità perché ci aiutano a capire chi siamo e chi vogliamo essere».

L’evento, che ha avuto inizio con l’inno di Mameli, si è concluso con suggestivo countdown ed il lancio in contemporanea del tocco.

Barbara Rodella

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La fuga disperata dalla trappola russa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi