Novellini si ricandida a Castiglione

L’ufficializzazione il 15 febbraio nella sede del Pd. Tempi brevi per il nome del centrodestra. I grillini incontrano i cittadini

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Alessandro Novellini ha sciolto le riserve e 15 febbraio sera nella sede del Pd di Castiglione delle Stiviere ufficializzerà la sua ricandidatura a sindaco. La mossa dell'attuale maggioranza, arriva dopo la prima candidatura ufficiale che è quella di Nicola Ferrari, del gruppo Agire. La seconda notizia è che, in questa prima fase, Novellini incassa la totale fiducia della sua attuale maggioranza, e cioè Pd, Udc e la civica Progetto Castiglione.

Con questa alleanza la scorsa volta Novellini vinse la sfida elettorale al secondo turno contro Enrico Volpi, attuale capogruppo della civica Insieme per Castiglione in consiglio. Ora si tratta di lavorare per allargare l'alleanza: questo sarà uno dei temi della campagna elettorale. I margini di manovra ci sono soprattutto nell’ambito progressista, e cioè quelle forze politiche, di matrice civica, che si sono già presentate e che potrebbero convergere su Novellini. Il gruppo Agire, ad esempio, che non ha nascosto la possibilità di proporre le primarie di coalizione in caso si trovi un accordo di programma (senza accordo, nè con il centro sinistra nè con il centro destra, Agire è pronta a correre da sola con Ferrari candidato).

Anche Castiglione Civica potrebbe essere un interlocutore dell'attuale maggioranza e valutare quindi un accordo di programma che porti il gruppo dell'ex assessore Massimo Maghella a trovare un’intesa con l'ex compagno di giunta ai tempi dell'amministrazione Paganella.

La ricandidatura di Novellini, dunque, avvia la stagione della campagna elettorale a Castiglione delle Stiviere anche perché ora il centro destra unito, al lavoro in questi giorni per trovare il candidato sindaco che sia rappresentativo del progetto e del programma espressione delle quattro forze unite (Lega Nord, Insieme per Castiglione, Forza Italia e Fratelli d'Italia), dovrà a breve far sapere il nome del proprio candidato. All'appello mancano anche due forze politiche, cioè M5S e l'estrema sinistra che, nella scorsa tornata elettorale, si presentò con Stefano Salvarani (ora in orbita M5S) e Franco Tiana. Al momento non ci sono rumors su questa parte. Si vedrà se la sinistra castiglionese troverà il dialogo con l'attuale maggioranza o, come è successo nel 2012, non si arriverà a un nulla di fatto.

L'M5S, invece, prosegue il suo lavoro di dialogo e incontri con i cittadini, come è avvento 15 giorni fa alla Rosa. Anche in questo caso si vedrà se presenteranno un loro candidato portando, dunque, a quattro i candidati per le prossime amministrative di Castiglione delle Stiviere.

Luca Cremonesi

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omnia Mantova - Perché un ippopotamo, un coccodrillo e una balena in Palazzo Ducale?

La guida allo shopping del Gruppo Gedi